Commenta

Pomì di corsa
contro Piacenza: per
il PalaRadi è un derby

pomi-piacenza-mazzanti-ev

Nella foto le ragazze di Mazzanti a raccolta dal tecnico

CASALMAGGIORE – E’ iniziata una settimana fondamentale per la Pomì Casalmaggiore. Col vento in poppa e il morale alle stelle per il successo da tre punti conseguito sul campo della Savino Del Bene che ha determinato la certezza matematica di poter chiudere la regular season quanto meno al terzo posto della classifica e ha spalancato loro la porta dell’Europa, le ragazze di mister Davide Mazzanti hanno iniziato a lavorare in vista del match di sabato (Pala Radi di Cremona diretta Rai Sport 1 ore 20,30) quando andranno ad ospitare la Nordmeccanica Rebecchi Piacenza.

Ma andiamo per ordine e partiamo dal terzo gradino del podio ormai certo, un risultato che al momento può già definirsi un successo e che potrebbe ulteriormente impreziosirsi qualora le casalasche riuscissero a superare sabato le campionesse d’Italia in carica ed arrivare a giocarsi la piazza d’onore nella madre di tutte le battaglie, il match con la Liu Jo Modena. Se il bello inizia adesso, proprio in concomitanza del rush finale di ritorno, l’attuale posizione porta di per sé in dote un altro storico risultato, il fatto di poter nella prossima stagione prendere parte ad una competizione europea. Una Coppa che al momento risponde al nome di Challange Cup ma che, e qui ci ricolleghiamo al piazzamento finale della regular season ed estendiamo il discorso alla possibilità di superare turni ai play-off, potrebbe riservare ulteriori evoluzioni e trasformarsi in competizioni più prestigiose.

In casa rosa si preferisce non correre troppo e continuare a sposare la politica dei piccoli passi, effettuato quello determinante sul campo della formazione di Scandicci, che si è rivelato come da pronostico, avversario insidioso e per niente agevole da superare ed ha richiesto una prestazione di qualità e quantità, energie fisiche e mentali sono già rivolte al match di sabato. Piacenza, nonostante il ritardo dalle casalasche di nove lunghezze, è avversario temibile come dimostra il 3 a 0 con il quale ha regolato Busto nell’ultimo turno ed arriverà al Pala Radi decisa a fare punti per mantenere la quarta piazza della graduatoria. Una gara alla quale la Pomì dovrà cercare di arrivare nelle condizioni migliori. Innanzitutto, servirà recuperare pienamente Serena Ortolani, con Lipicer e compagne impiegata col contagocce.

L’impossibilità di poterla schierare nel sestetto base causa lo stato influenzale accusato alla vigilia della trasferta in terra toscana, ha permesso a Bianchini di confermare tutto il proprio valore, logico che poterla riavere in stato ottimale permetterebbe a mister Mazzanti di contare su più varianti. La società chiama sin da ora a raccolta i tifosi cremonesi. L’apporto dalle tribune del Pala Radi, come già con Conegliano, potrebbe rivelarsi decisivo.

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti