Commenta

Romanengo abbraccia
don Merisi, ex parroco
di Commessaggio

merisi-romanengo-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona

ROMANENGO – Nessun programma pastorale da imporre, ma un cammino da intraprendere insieme, anzitutto per conoscersi, quindi per volersi bene e collaborare nella ricerca del bene. È così che don Emilio Merisi, ex parroco di Commessaggio, si è presentato alla sua nuova comunità di Romanengo, al termine della celebrazione di insediamento presieduta nel pomeriggio di domenica 22 marzo dal vescovo Dante Lafranconi. Presenti anche alcuni fedeli provenienti dalla stessa Commessaggio. Il pensiero di tutti è andato naturalmente ancora una volta al suo predecessore, don Cesare Rossi, scomparso lo scorso novembre. L’intenso pomeriggio per il nuovo parroco è iniziato presso la chiesa di S. Maria Madre di Misericordia, vicino all’oratorio. È lì che ha accolto il Vescovo e, insieme agli altri sacerdoti (oltre una decina), si è mosso in processione verso la parrocchiale intitolata ai Ss. Giovanni Battista e Biagio.

Sul sagrato ad attenderlo le autorità civili e militari di Romanengo e del territorio. Il benvenuto ufficiale gliel’ha dato il sindaco Attilio Polla che, ricordando il lavoro svolto da don Rossi e il sostegno offerto da numerosi sacerdoti durante il periodo di vacanza, ha voluto sottolineare l’impegno verso il prossimo che ancora caratterizza la gente di Romanengo. Poi l’augurio al nuovo parroco per il proprio ministero, “faticoso e gratificante”, e la promessa a essere “compagni di viaggio” e “validi collaboratori”, in particolare nell’impegno verso i più deboli e nella sfida educativa delle nuove generazioni.

© Riproduzione riservata
Commenti