Commenta

Moncalvo racconta
al Rotary i segreti
della famiglia Agnelli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nella foto, Moncalvo coi vertici rotariani

VIADANA – Una serata dedicata alla famiglia Agnelli di Torino svelando indiscrezioni e segreti attorno ai quali il giornalista Gigi Moncalvo ha costruito un libro le cui copie ora non si trovano più in commercio. Forse perchè emissari della importante dinastia imprenditoriale ne hanno fatto incetta nelle librerie allo scopo di limitare la diffusione dell’inevitabile gossip attorno alle vicende personali. E pensare che lo scandalo è sorto proprio per effetto dell’azione legale promossa dalla figlia di Gianni Agnelli nei confronti della mamma per conoscere l’effettiva consistenza economica del padre dopo la sua morte. L’argomento è stato trattato con abbondanza di particolari venerdì scorso da Moncalvo ospite della serata del Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta   organizzata da Pietro Sganzerla alla locanda Ginnasio di Viadana. Dopo la lunga dissertazione, infarcita di curiosità e particolari scabrosi, il relatore ha spiegato di sentirsi protetto da eventuali rivendicazioni da parte della famiglia Agnelli in quanto pronto a recarsi a Taranto nella cui Procura da anni un certo zio Michele dichiara di avere ucciso la nipote senza che nessuno gli dia retta. Alla fine provocatoriamente il giornalista ha invitato gli italiani a recarsi in una villa degli Agnelli a rivendicare la proprietà di 18 quadri di Picasso in quanto acquistati dalla Fiat società per azioni e “quindi appartenenti a chiunque possa dimostrare di avere tali azioni in mano”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti