Commenta

Il trenino riparte
e stavolta farà scalo
anche a Torricella e Viadana

trenino_ev

Nella foto il trenino all’epoca dell’esordio a Casalmaggiore

CASALMAGGIORE/SABBIONETA – In carrozza perché si parte. Anzi, si riparte. Nel 2014 fu la grande novità del periodo tra settembre e ottobre, nel 2015, passato il periodo sperimentale, si appresta a fare il grande salto, anche grazie ad Expo. Il trenino turistico che ha animato i centri di Casalmaggiore e Sabbioneta ritorna a partire dal 1° maggio, non una data casuale, perché segna proprio l’inizio, salvo ritardi, dell’esposizione internazionale a Milano, palcoscenico importante per l’Italia.

Di fatto, a settembre, il trenino turistico fu il primo vero tassello dell’unione di intenti che poi trovò concorde tutto il comprensorio Oglio Po, pronto a lasciare da parte le battaglie di campanile, perché conscio che per la valorizzazione di un territorio intero è più che mai necessario unire le forze e le bellezze. E in tal senso il trenino 2.0, se così possiamo definirlo, presenta molte novità: anzitutto il periodo, dato che il mezzo su ruote farà da spola tra Casalmaggiore e Sabbioneta fino al 4 ottobre, dunque per cinque mesi, per cinque giorni alla settimana. Non solo: dal 15 giugno al 30 luglio, dunque anche in corrispondenza del nuovo Casalmaggiore International Festival e della casalese Fiera di Piazza Spagna, senza dimenticare altri eventi nel circondario, le corse saranno anche serali, con luminarie ad hoc per rendere festoso il tragitto.

E a proposito di percorsi, quello verso e da Sabbioneta resterà il principale, ma saranno anche aggiunte altre corse: il lunedì Casalmaggiore sarà infatti collegata con Torricella del Pizzo, con fermate a Martignana e Gussola, dove è organizzato il mercato settimanale, e soprattutto con la possibilità di percorrere gli splendidi scenari dell’argine maestro; il venerdì invece il trenino virerà verso Viadana – e anche qui sarà giorno di mercato – passando per la frazione casalese di Fossacaprara e per quella viadanese di Cicognara, sempre lungo l’argine. Come lo scorso anno, per non perdere le buone abitudini, il trenino sarà collegato alla lotteria della Festa della Zucca, con un montepremi di ben 6mila euro, spendibili come buoni spesa da sfruttare presso i commercianti e i negozi dop del territorio Oglio Po.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti