Commenta

Ial, dalla poesia
alla cucina col
‘cigno’ di Baudelaire

ial-ev

Nella foto, gli studenti con la loro opera culinaria

VIADANA – Gli studenti dell’Istituto IAL di Viadana sono riusciti ad unire cultura e cucina in un abbraccio inscindibile. Tema della giornata era la poesia, i ragazzi guidati dal direttore Claudio Beccari e dal professor Dario Anzola hanno analizzato la poesia di Baudelaire “il cigno” cercando di comprenderne a fondo significati e sfumature. Un modo per aiutare i ragazzi a pensare al proprio futuro evitando loro di correre il rischio di trovarsi, come quel povero cigno, nell’ambiente sbagliato senza poter mettere a frutto le proprie doti.

In seguito lo chef Felice Bacchi ha aiutato i ragazzi a creare gli animali commestibili per l’ornamento dei vari dolci e quello che ha vinto tra le tante creazioni é stato appunto il cigno. Animale creato interamente a mano dai ragazzi. Infine Bacchi ha insegnato ai ragazzi un’antica ricetta personale per il cioccolato che é stato utilizzato per gli ornamenti. Ennesimo esempio di arte in cucina fornito dallo IAL di Viadana.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags,
Commenti