Commenta

Il Festival
della Lentezza parla
anche casalasco

viaggiare-con-lentezza-ev

COLORNO (PR) – Anche una piccola fetta di Casalmaggiore parteciperà a un evento di vasto richiamo a livello nazionale come il Festival della Lentezza organizzato dalla vicina Colorno. Tre giorni, dal 12 al 14 giugno, per celebrare appunto questa virtù e in tal senso il comune maggiorino non poteva che essere rappresentato dall’esempio di Slow Town e della zona 30 ricavata in via Baldesio e da poco divenuta duratura con un progetto in fase di realizzazione. Il testimonial per il comitato Slow Town sarà Andrea Devicenzi, atleta amputato che ha scelto di sposare la causa di zona 30 e di fare da testimonial, portando avanti questo ruolo accanto a quello di campione delle due ruote e di mental coach, nuova strada da lui da poco intrapresa.

Il Festival della Lentezza presenta personaggi di assoluto rilievo nel panorama culturale e dell’informazione italiana e si terrà nei luoghi più suggestivi di Colorno, come la Sala del Trono, il Cortile della Reggia e il Giardino Ducale. Solo per citare alcuni nomi di indubbio valore e molto apprezzati a livello nazionale, possiamo ricordare il cantautore Vinicio Capossela, che si esibirà venerdì alle 22 presso il Giardino Ducale con “Il Carnevale degli Animali”, accanto al Trio Amadei e ai Vianiner Filarmoniker; l’attore Ascanio Celestini, che alle 21.30 di sabato e sempre al Giardino Ducale presenterà il monologo “Racconti d’Estate”; il giornalista Marco Travaglio, che chiuderà la tre giorni domenica 14 giugno con alcune considerazioni susseguenti al “Pop Economix Live Show” delle ore 19.

Tre i temi principali – la terra, il tempo e la mobilità – uno per ciascuno dei tre giorni di evento. Devicenzi, in particolare, sarà protagonista alle ore 18 di domenica presso il secondo cortile della Reggia per l’appuntamento “Vento”, la grande opera che cambia il Paese, con riflessioni sulla mobilità affidate, oltre che al campione originario di Martignana di Po, anche a Paolo Pileri del Politecnico di Milano, ad Alberto Arossa di Slow Food, a Mirko Turino, assessore alla Mobilità di Reggio Emilia, moderati da Andrea Degl’Innocenzi di Italia che cambia. E’ stato invitato anche Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente.

Ecco nel dettaglio il programma del Festival della Lentezza 2015:
Venerdì 12 giugno
– Ore 17.45 – (Sala del Trono) – “Dialogo sui beni comuni, la cultura, la nostra Carta Costituzionale”. Tomaso Montanari (Storico dell’arte) e Massimo Bray (Direttore Treccani)
ci accompagnano in un’ Italia diversa e possibile
– Ore 19.00 – (Cortile della Reggia) – “La pedagogia della lentezza”, un momento di confronto genitori-figli sul tempo, l’educazione, il futuro. Con la pedagogista Paola Cadonici.
– Ore 20.00 – (Cortile della Reggia) – Presentazione del libro “Primo, non sprecare”. Nell’anno di Expo a Milano, una riflessione sullo spreco alimentare con l’autore Andrea Segré (Ideatore del Last Minute Market).
– Ore 21.30 – (Giardino Ducale) – Apertura ufficiale della festa con i saluti dei “Comuni Virtuosi”.
– Ore 22.00 – (Giardino Ducale) – “Il Carnevale degli Animali” Vinicio Capossela, Trio Amadei e Vianiner Filarmoniker
Sabato 13 giugno
– Dalle 16.00 alle 18.00 – (Cortile della Reggia) – “Spiazza la piazza”. Animazione-spettacolo di arti circensi, con la compagnia “Circolarmente”.
– Mostra mercato con i presidi Slow Food dell’appennino tosco-emiliano
– Stand dei comuni virtuosi
– Ore 16.30 – (Cortile della Reggia) – “Appenninia, viaggio nella terra di domani”. Riccardo Finelli ci racconta il suo viaggio nelle terre di mezzo degli Appennini, 2.300 km su due ruote, in un dialogo con Sonia Chellini (Vicepresidente Slow Food) sull’ “Appennino che verrà” e Maurizio Capelli (Borghi Autentici d’Italia).
– Ore 17.30 – (Cortile della Reggia) – “T come Tecnobarocco”. La tecnologia ci aiuta a vivere meglio? Un saggio di Mario Tozzi per smascherarne le inefficienze e fare a meno del superfluo, ritrovando il senso autentico del progresso culturale e tecno-scientifico.
– Ore 19.00 – (Cortile della Reggia) – “5 minuti per cambiare l’Italia”, i sindaci virtuosi si raccontano. Una cartolina da un Paese che funziona, storie di efficienza e sostenibilità sperimentate con successo in giro per la provincia italiana.
– Ore 20.00 – (Cortile della Reggia) – “Legalità è Comunità”. Una riflessione sulla corruzione in Italia e sull’importanza del buon esempio. Sono stati invitati: Don Luigi Ciotti (Presidente di Libera), Nicola Gratteri (Procuratore Aggiunto), Raffaele Cantone (Presidente Autorità nazionale Anticorruzione). Modera Danilo Procaccianti (giornalista di “Presa Diretta”).
– Ore 21.30 – (Giardino Ducale) – “Racconti d’estate”, monologo teatrale di e con Ascanio Celestini
Domenica 14 giugno
– Ore 17.00 – (Cortile della Reggia) – “Alide il salice e fata corteccia”. Spettacolo ambientalista per trampoli e tessuto aereo sospeso, con la compagnia “Circolarmente”. Per bambini e famiglie.
– Mostra mercato con i presidi Slow Food dell’appennino tosco-emiliano
– Stand dei comuni virtuosi
– Bancarelle
– Ore 11.00 – (Cortile della Reggia) – “Il mondo salverà la bellezza?”. Enti locali a basso consumo di suolo: Daniela Accinasio (Sindaco di Cassinetta di Lugagnano – MI), Mauro Marinari (Sindaco di Rivalta – TO), Carla Rocca (Sindaco di Solza – BG), Isabella Conti (Sindaco di San Lazzaro di Savena – BO), Maurizio Tira (Assessore di Desenzano del Garda – BS).
– Ore 15.00 – (Cortile della Reggia) – “L’Expossibile”. Dialogo a tutto campo sul consumo di suolo, la tutela del paesaggio, l’agricoltura contadina e un’idea di sostenibilità. Intervengono: Antonio Pascale (Presidente Slow Food), Anna Fasano (VicePresidente Banca Popolare Etica), Marco Boschini (Coordinatore Associazione Comuni Virtuosi).
– Ore 16.00 – (Ritrovo Piazza Garibaldi, arrivo a Sacca di Colorno) – In bici con “La sajetta”, gita fuoriporta con chi della bici ha fatto un mestiere. Con Andrea Saccon.
– Ore 16.30 – (Cortile della Reggia) – Cerimonia di premiazione del “Giornalista virtuoso dell’anno”.
– Ore 17.00 – (Cortile della Reggia) – “I rifiuti non esistono!”. Le migliori alternative a discariche e inceneritori raccontate dai protagonisti del cambiamento possibile. Gabriele Folli (Assessore all’ambiente del Comune di Parma), Ezio Orzes (Assessore all’ambiente del Comune di Ponte nelle Alpi – BL), Alberto Bellini (Assessore all’ambiente del Comune di Forlì), Paolo Contò (A.D. Contarina S.p.A.), Eliana Bruschera (Novamont).
– Ore 18.00 – (Cortile della Reggia) – “VENTO”, la grande opera che cambia il Paese. Riflessione sulla mobilità in Italia con Paolo Pileri (Politecnico di Milano). È stato invitato Gian Luca Galletti (Ministro dell’Ambiente).
– Ore 19.00 – (Giardino Ducale) – Chiusura festa con “Pop Economix Live Show” e, a seguire, monologo di e con Marco Travaglio.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti