Commenta

Pomì cerca il miracolo
Al via la prevendita per
“riscaldare” il PalaRadi

pomì-conegliano_ev

Nella foto Conegliano attacco il muro Gibbemeyer-Skorupa (Foto Sessa)

CASALMAGGIORE – E’ iniziata martedì per la Pomì Casalmaggiore la marcia di avvicinamento a gara tre di semifinale scudetto con l’Imoco Volley Conegliano. Venerdì al Pala Radi alle 20,30 casalasche e venete si ritroveranno di fronte sulla situazione di 2 a 0 per le seconde che quindi potranno usufruire della ghiotta opportunità di provare a chiudere il conto per l’accesso alla finale. Non si dà ovviamente per vinta la formazione rosa che vuole sfruttare l’occasione per ridurre il distacco e portare a gara-4 l’Imoco.

Intanto da martedì è pure iniziata la prevendita, dapprima online con la possibilità di prenotare il proprio tagliando accedendo alla biglietteria automatizzata Mida Ticket dal sito www.volleyballcasalmaggiore.it, da mercoledì anche direttamente presso il Pala Baslenga di Casalmaggiore (dalle 17,00 alle 18,30) e domani presso la biglietteria del Pala Radi di Cremona nella fascia oraria 13,00/15,00. Invariato rispetto alle altre gare di play-off il costo dei biglietti che prevedono le seguenti distinzioni

  • Tribuna Vip Oro: 30,00 euro
  • Tribuna numerata: 15,00 euro – ridotto 10,00 euro
  • Gradinata libera: 10,00 euro – ridotto 7,00 euro
  • Omaggio: under 12 (senza posto riservato in tribuna numerata) – ridotto: fascia 13-17 anni

Sempre valida la scontistica per l’ingresso al Pala Radi riservata alle squadre giovanili Fipav e Csi che si accreditano inviando una mail a info@volleyballcasalmaggiore.it. La promozione prevede:

  • ingresso gratuito in gradinata per tutte le atlete con meno di 12 anni e per tre loro accompagnatori
  • ingresso a 3,00 euro in gradinata per tutte le atlete con un’età compresa tra i 13 e i 17 anni e per tre loro accompagnatori

Nella richiesta di accredito va indicato il numero di atlete (divise tra under e over 12), il numero di accompagnatori ed eventualmente le prenotazioni dei biglietti per i genitori.

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti