Commenta

“Ai volontari civici
sconti sulle varie
imposte comunali”

federici-vinciguerra_ev

Nella foto, da sinistra: Nicola Federici e Vincenzo Vinciguerra

VIADANA – La chiamata al voto per gli elettori di Viadana si avvicina e con essa i candidati alla poltrona di sindaco e le rispettive liste a sostegno svelano programmi e progetti. In tema di terzo settore arriva la duplice proposta dell’esponente Pd Nicola Federici: “Assegnare gli spazi pubblici a costo zero per le associazioni” e “prevedere sconti sulle imposte comunali per i volontari civici”. “Nell’ambito delle attività di ‘costruzione’ del Programma – introduce Federici – Vincenzo Vinciguerra è stato il responsabile del gruppo di lavoro sulla sanità e sul sociale: ha coordinato gli incontri, ha incontrato associazioni e persone ed ha elaborato i contenuti poi inseriti nella stesura definitiva”. “Tutti i punti relativi al nostro progetto dell’area sociale – spiega il candidato del Pd -, necessitano di un forte consolidamento dei rapporti intercorrenti tra l’amministrazione e gli enti operanti nel terzo settore e con la Consulta del Volontariato, pertanto è necessario riorganizzare in modo adeguato gli spazi pubblici e le relative assegnazioni e migliorare la gestione delle spese per la gestione degli stessi”.

Come prima cosa, Federici in caso di elezione intende creare già dalle prime settimane d’insediamento la figura del ‘volontario civico’, “in conformità con l’art. 24 del decreto Sblocca Italia che prevede la riduzione dei tributi per i cittadini impegnati in attività di volontariato civico, sia singoli che associazioni”. Raccogliendo le adesioni dei volontari ed istituendo un apposito albo dei cittadini disponibili, ai quali verranno assegnati compiti sia individualmente che in gruppo di manutenzione urbana, anche nelle frazioni, Federici propone in cambio del servizio offerto “il cittadino/ente usufruirà di uno sconto sulle tassazioni sulle varie imposte comunali”.

“Tutto questo – approfondisce Federici – perché siamo consapevoli che la pulizia e il mantenimento del bene pubblico è un costo, vogliamo sensibilizzare il cittadino e le associazioni a mantenere in ordine e puliti i marciapiedi, i giardini, le rotonde, i cortili delle scuole ecc ecc in cambio di un sgravio sulla fiscalità e i contributi che pagano al comune”. Il programma prevede diversi servizi: “Offriremo agli anziani e alle relative famiglie che li accudiscono, un’assistenza idonea e più efficace; garantiremo assistenza ad personam a livello scolastico per i disabili minorenni, dalle scuole dell’infanzia alle scuole superiori, e il trasporto verso la “Casa del Sole” di Mantova o verso il Centro Diurno per Disabili di Casatico per coloro che necessitano di un intervento più intensivo; saremo al fianco delle attività associative, che garantiscono servizio di integrazione nell’ambito sociale per i disabili, garantendo aiuti, in termini economici, di ambiente e logistici”.

Circa i servizi per l’infanzia: “Ci impegneremo – così Federici – per il contenimento delle rette degli asili nido; per la conciliazione dei tempi per le neo mamme. Faremo promozione di progettualità volte all’insegnamento della lingua italiana ai numerosi cittadini stranieri presenti sul nostro territorio, favorendo, anche la conoscenza della legislazione di base che norma le nostre istituzioni”. In tema di leva civica: “Parteciperemo a bandi regionali, nazionali ed europei per finanziamenti, con la finalità di creare opportunità lavorative per i giovani nelle strutture comunali, come la biblioteca, servizi sociali”. Burocrazia: “Istituiremo un servizio di Facilitazione per i cittadini e le associazioni di volontariato, tramite la formazione di personale addetto in modo da semplificare la gestione delle documentazioni inerenti le pratiche con il comune”.

Non solo: “L’intento è di continuare con progetti di educazione civica, stradale e comportamentale sia all’interno della scuola attraverso progetti che coinvolgano il sindaco in prima persona, gli assessori, la polizia locale, i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, la protezione civile, ecc., sia al di fuori della scuola istituendo la giornata del comune aperto alle famiglie. Rivedere la convenzione con il tribunale a Mantova aumentando il numero di persone che possono usufruire del servizio in base alle reali richieste dei cittadini. Il comune, o l’eventuale unione comunale deve creare convenzioni a supporto delle associazioni di volontariato del territorio come costo convenzionato per assicurazioni per la sicurezza nello svolgimento delle associazioni o assicurazioni per rischio sicurezza dei propri associati, costi convenzionati per noleggio di attrezzatture per feste o noleggio automezzi”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti