Commenta

“Genesiquattrouno”
stasera sul palco
del teatro Comunale

genesiquattrouno-ev

Nella foto, una scena di Genesiquattrouno

CASALMAGGIORE – Venerdì 8 maggio alle ore 21.00 presso il teatro comunale di Casalmaggiore andrà in scena lo spettacolo Genesiquattrouno, del duo Gaetano Bruno e Francesco Villano. Il lavoro trae ispirazione dalla vicenda biblica di Caino e Abele riportata nella Genesi (capitolo 4, versetto 1) per proporre una riflessione, più che mai attuale, sulla fratellanza, sul conflitto legato alla prossimità, sull’amore verso l’altro e su che cosa possa scatenarsi quando il sospetto di non essere più amati si insinua nell’uomo. Due figure si ritrovano in quel luogo eletto tempo prima oasi d’avventura, per sentirsi al riparo dal mondo. Timorosi nei primi passi, ripercorrono i soliti rituali fortificando ad ogni risata il loro sodalizio. Due bambini ricominciano a giocare nella grotta che ha sancito la loro alleanza. La diffidenza iniziale cede il passo al riconoscimento di sangue e, gioco dopo gioco, i due confermano il loro amore. Ma nei loro sguardi c’è adesso una strana luce, un riverbero che nessuno dei due ha mai colto prima negli occhi dell’altro. Un sospetto che li fa essere guardinghi tra loro, come non lo sono mai stati. Due fratelli trattengono il respiro per dirigersi verso quella separazione che cambierà per sempre la vita di entrambi.

Gaetano Bruno ha fatto parte per anni della compagnia di Emma Dante, partecipando a numerosi spettacoli. Tra i quali ricordiamo Carnezzeria, La scimia e, con una straordinaria prova d’attore solista, Il festino. Al cinema ha lavorato con importanti registi come Paolo Sorrentino (Le conseguenze dell’amore), Giuseppe Tornatore (Baaria), Michele Placido (Vallanzasca), Giuseppe Capotondi (La doppia ora), Francesca Comencini (Lo spazio bianco), Stefano Incerti (Gorbaciof). Francesco Villano (dopo la formazione con artisti come Ronconi, Jan Fabre e Marisa Fabbri) ha lavorato in tv con registi come Alberto Negrin, De Capitani e Vittorio Gassmann e in teatro con Lorenzo Salveti, Emma Dante ( Medea), Pier Paolo Sepe, Carmelo Rifici. Gaetano Bruno e Francesco Villano collaborano assieme da anni con diversi registi, attori e danzatrici. Questa indagine sulla fratellanza, che prende spunto dalla vicenda di Caino e Abele, segna l’inizio di un’indagine creativa verso un linguaggio teatrale, che procederà di pari passo con una ricerca sul movimento, che caratterizzerà e costituirà la cifra poetica dell’intero lavoro.

Testo e musiche di Genesiquattrouno sono di Gaetano Bruno, che insieme a Francesco Villano ha firmato anche la regia. I due sono anche gli attori dello spettacolo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti