Commenta

Da Cremona al Po: Pomì
da maxischermo
sulle rive del fiume

tramonto-fiume-po_ev

Nella foto un suggestivo tramonto sul Po: sarà propiziatorio?

CASALMAGGIORE – Sarà l’evento sportivo numero uno di Casalmaggiore, che non viveva una notte così dai tempi degli ori olimpici di Farina e Raineri, o della notte del Mundial 2006, per un evento non locale ma di popolo. Per questo in riva al Po, presso il locale La Baia, verrà allestito un maxischermo per consentire a tutti coloro che non sono riusciti a prendere il biglietto di tifare comunque. Non solo: anche la Canottieri Eridanea, nei propri locali, organizza una cena dopo la quale sarà possibile seguire in televisione e in compagnia la partita delle ragazze di Mazzanti. Più o meno nella stessa zona, per rinfrancarsi tra corsi e ricorsi storici, dove era stata seguita l’impresa di Farina a Seoul nel 1988 e successivamente quella di Raineri a Sidney nel 2000

Insomma, al PalaRadi, a casa, sulle sponde del Grande Fiume, sperando che l’acqua benedica un percorso che non vuole fermarsi stasera. Novara ha un match point enorme, ha la fame di chi da troppo tempo attende quel triangolo tricolore, di chi mai come stavolta ha tutto, anche il pronostico, per conquistarlo. Ma dall’altra parte c’è la favola di Pollicino Mazzanti, che a furia di seminare briciole ha costruito un sentiero che, comunque vada, da queste parti non dimenticheranno mai. Sì, è la notte della Pomì: forse l’ultima in assoluto, di sicuro l’ultima, per quest’anno, a Cremona. E allora, dopo uno spettacolo del genere, è giusto regalarsi anche una degna chiusura. Il PalaRadi è imbottito, ma anche Casalmaggiore, tra il Po e l’etere, è pronta.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti