Commenta

Sacchi di immondizia
abbandonati lungo
l’argine maestro

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nella foto, uno dei sacchi abbandonati sull’argine

CASALMAGGIORE – Non si arresta l’abitudine della gente di liberarsi in maniera irregolare dei rifiuti. Invece di conferire ciò di cui non si fa più uso nella piazzola di stoccaggio della Casalasca Servizi in via del Porto a Casalmaggiore si preferisce fare qualche chilometro in più e gettare i rifiuti direttamente sulla strada. Anche lunedì l’argine maestro del Po, tra le frazioni casalesi di Fossacaprara e Roncadello, confermava tale consuetudine mostrando in maniera tangibile quanto le persone possano eccellere in maleducazione e mancanza di senso civico. Ben tre erano i contenitori presenti tra l’erba della ciclabile, in parte squarciati probabilmente da roditori in cerca di cibo.

Da un voluminoso sacco nero di plastica spuntavano calze da bambino, scarpe e altre cianfrusaglie. Da un altro emergevano altri capi d’abbigliamento arrivati sin lì in seguito allo svuotamento di qualche armadio di famiglia evidentemente saturo. Un terzo sacco, questa volta azzurro invece manteneva intatta la privacy del suo contenuto perché scivolato lungo la scarpata verso la golena e quindi difficile da raggiungere. La speranza è che almeno gli addetti della Casalasca Servizi non trovino anche loro complicato recuperare quei rifiuti abbandonati e soprattutto non perdano la pazienza di effettuare ogni giorno un giro di ricognizione per eliminare lo sconcio e il lerciume presenti sul tragitto dell’argine da Casalmaggiore a Roncadello e anche in altre zone del territorio.

Rosario Pisani
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti