Commenta

La Rexist Run
di Ivana Di Martino
riparte da Viadana

Ivana Di Martino

Nella foto (@Nicolas Tarantino), Ivana Di Martino

VIADANA – Ivana Di Martino, runner non professionista ma soprattutto donna, madre e moglie, ha intrapreso una nuova impresa da record: Rexist Run – Ultramarathon Record, una corsa di 700 km in 8 giorni, attraversando l’Italia da Ovest a Est. Dopo aver attraversato le provincie di Imperia, Savona, Genova e Parma, il 14 maggio Ivana ripartirà da Viadana e raggiungerà Legnago nel veronese attraversando il tragitto di corsa, chilometro dopo chilometro, per resistere all’esistenza, per sottolineare la forza delle donne e diventare testimonianza attiva del coraggio femminile. Rexist Run, infatti, nasce dalla semplice voglia di Ivana di esistere, di essere una donna, e di resistere senza cedere all’urto della vita, dimostrando, ancora una volta, che le donne possono arrivare lontano. A sostenere Ivana nella sua impresa è Brooks, azienda leader mondiale nella produzione e distribuzione di scarpe da corsa e abbigliamento tecnico, che la accompagnerà con tutta l’attrezzatura indispensabile per affrontare il lungo e impegnativo percorso. Un’impresa che ha origine da una serie di eventi tragici che hanno segnato la vita personale di Ivana Di Martino negli ultimi mesi ma nei quali lei stessa ha trovato la forza di vivere, utilizzando le difficoltà come opportunità. Perché la parola chiave è resilienza e la corsa è il modo che Ivana ha scelto, ancora una volta, per comunicare la sua resistenza e quella di ognuno all’esistere, trovando sempre il coraggio per andare avanti.

La sua impresa, unica nel genere, sfida un record assoluto e punta i riflettori sulla forza delle donne per dimostrare come la corsa possa servire a ripartire e a provare che si può essere capaci fare qualsiasi cosa: la corsa, fatta di fatica, di sacrificio, ma anche di libertà, esprime perfettamente tutto questo. “La corsa mi ha accompagnata in tutte le tappe della mia esistenza: voglio fare capire che tutto quello che di brutto può succedere nella vita, può diventare una risorsa ed essere utilizzato per resistere, ripartire e affrontare il futuro con rinnovata speranza” ha dichiarato Ivana Di Martino. Una resistenza sottolineata anche simbolicamente dalla traiettoria del percorso: da ovest a est, dal tramonto all’alba, dal buio alla luce, dal silenzio alla vita, in una vera e propria rinascita. In questa corsa Ivana non sarà sola, perché ha deciso di stare accanto ai bambini di Dynamo Camp, Associazione Onlus di cui è Ambasciatrice. Dynamo Camp è il primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia che ospita gratuitamente bambini e ragazzi con patologie gravi e croniche per periodi di vacanza e di svago. Dal 2007 ad oggi sono stati ospitati 5.830 bambini e 859 famiglie. www.dynamocamp.org.

“Per i ragazzi che Dynamo Camp ospita, la resistenza all’esistenza è fondamentale: loro lottano per esistere e per resistere alla malattia. La mia corsa vuole essere un contributo al loro sforzo e un sostegno in più per combattere” ha concluso la runner. La scelta di Ivana può essere condivisa e supportata da tutti, attraverso la raccolta fondi online “Rexist Run, un’impresa per Dynamo Camp” che è stata attivata fino al 24 maggio, a cui si può accedere sia dal sito di Ivana rexistrun.it che direttamente dal sito dell’Associazione.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti