Commenta

L’assessore regionale
Mantovani tira la volata
a Breveglieri

mantovani-viadana-ev

Nella foto, l’assessore regionale Mantovani a Viadana

VIADANA – L’assessore regionale alla Sanità Mario Mantovani è arrivato mercoledì sera a Viadana per sostenere il candidato sindaco Giovanni Breveglieri. Ogni lista che concorre alla corsa elettorale del 31 maggio dichiara continuamente e con pervicacia la propria indipendenza da colori e simboli partitici, ma quasi nessuno riesce poi a rinunciare alla presenza di figure istituzionali che dei partiti sono l’emblema. Mantovani, giungendo attorno alle ore 22 nell’auditorium dell’Itc in piazzetta Orefici, ha partecipato all’incontro iniziato con un argomento delicato come quello dei tumori al collo uterino illustrato con competenza da Gabriele Tonni specialista in ginecologia e ostetricia. Mantovani ha snocciolato tutte le prerogative e i risultati raggiunti dal suo assessorato, sottolineando l’importanza delle numerose occasioni in cui gli esami preventivi e gli screening hanno potuto salvare vite umane. Oltre a questo Mantovani, che era accompagnato dal consigliere regionale Annalisa Baroni e dal collaboratore Enzo Lucchini, ha ricordato come la Regione Lombardia in soli due anni abbia investito in provincia di Mantova 21 milioni di euro, senza contare quelli dedicati all’Ospedale Oglio Po, collocato in provincia di Cremona.

Qualcuno a microfoni spenti gli ha però ricordato come l’ospedale di Viadana aspetti ancora l’apertura della lungo degenza. Mario Mantovani si è poi dedicato al Giudice di Pace Breveglieri ritenendolo la persona ideale per guidare la città. Quindi ha proceduto ad un divertente giochino matematico chiamando tutti i componenti della lista Breveglieri vicino a se. “A viadana ci sono circa 7000 famiglie e voi che siete in cinquanta avete in carico 140 famiglie a testa. Togliendo quelle notoriamente schierate a sinistra, vi spettano ottanta famiglie che da stasera e per gli undici giorni che rimangono da qui alle votazioni dovrete visitare una ad una, convincendoli a votare per voi. Così vi garantite la vittoria, perché è cosi che si fa politica. Lasciatevelo dire da chi ha una lunga esperienza in merito”: ha concluso Mantovani tra gli applausi. Prima di partire l’assessore ha avuto una cordiale conversazione con la moglie del compianto Gianfranco Araldi uno dei fondatori di Forza Italia a Casalmaggiore.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti