Commenta

M5S, progetti
su scuola e famiglia
con Morra e Gaetti

m5s-elettorale_ev

Nella foto un momento dell’incontro

VIADANA – Le liste elettorali di Viadana si contendono il pubblico a suon di personaggi di elevata fama istituzionale. Domenica mattina tra il Muvi e la piazza, occupata dal Mercato di alta qualità, sotto il gazebo del Movimento 5 Stelle sono comparsi ben due senatori, Nicola Morra e Luigi Gaetti.

Il candidato sindaco Alessandro Teveri, prima di cedere il microfono, ha illustrato i punti fondamentali della sua campagna parlando soprattutto di scuole e famiglie. “Per prima cosa, una volta eletti, faremo un censimento di tutte le strutture scolastiche che devono essere messe in sicurezza. Vorremmo anche eliminare le liste d’attesa nelle scuole d’infanzia con un pensiero a quel progetto già esistente nel cremonese e che si chiama “Agrinido”, dove i bambini imparano in mezzo al verde della campagna con spazi idonei. Noi daremo tutti i permessi necessari a chi ci chiederà di portare avanti queste iniziative”. Sempre a favore della stessa questione anche la rinuncia al gettone di presenza di presenza (18 euro) per contribuire a creare, col tempo, un fondo per gli interventi all’edilizia scolastica.

Ancora sulla scuola si è tenuta la lunga relazione del capogruppo del M5S in Senato Nicola Morra che ha preso di mira i due Matteo (Renzi e Salvini) ritenendoli specchietto delle allodole per una strategia politica che mira ancora una volta ad incantare la gente. Dura e spietata l’analisi che Morra ha fatto della discussa riforma scolastica paragonandola a certi decreti emanati nel periodo fascista. Luigi Gaetti ha voluto criticare il dispendio economico per Expo a Milano, sottolineando il fatto che i soldi in Italia esistono ma “solo a favore degli amici degli amici”, trascurando invece le reali necessita del Paese.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti