Commenta

Tra le stelle
del Golden Gala, c’è
l’astro nascente Desalu

desalu-golden-gala-ev

Nella foto (Rai), i 200 metri piani: Desalu è in corsia 1

ROMA – Tra le stelle dell’atletica leggera riunite allo stadio Olimpico di Roma in occasione del Golden Gala Pietro Mennea, un astro nascente arriva da Casalmaggiore: Fausto Eseosa Desalu. Il velocista cresciuto nell’Interflumina si è misurato giovedì, poco dopo le ore 22, con i 200 metri piani. Ai blocchi di partenza, anche l’asolano Diego Marani, che con Desalu condivide la casacca delle Fiamme Gialle, della nazionale italiana e che dalle parti della Baslenga si vede sempre più spesso per allenarsi presso il Centro Tecnico Federale dedicato alla Velocità e agli Ostacoli.

Ad imporsi, nella gara dei 200 metri piani che fu di Mennea, è stato il greco Likourgos-Stefanos Tsakonas, che in 20.09 ha centrato la tredicesima prestazione europea all-time e, alla fine di un rettilineo efficace dopo una gran curva, ha regolato le ambizioni di Christophe Lemaître, secondo in 20.28. Due sprinters bianchi in un 200 di Diamond League non era mai accaduto. Terzo lo statunitense Harry Adams in 20.32. Desalu ha chiuso all’ottavo posto, con 21.42, Marani al nono in 21.44. La kermesse romana è iniziata con la commozione per il ricordo della marciatrice Annarita Sidoti, spentasi il 31 maggio scorso a causa di una grave malattia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti