Commenta

In fondo al mar
o nelle grandi capitali
è sempre Pomì mania

pomì-striscioni_ev

Nella foto tre scatti “particolari” in onore della Pomì

CASALMAGGIORE – Dopo essere arrivata in cielo, letteralmente, grazie all’impresa di Fabio Cristofolini, professore e paracadutista di Cremona che il giorno dopo lo Scudetto s’è regalato un lancio ad alta quota con tanto di striscione pro Pomì, la passione per la squadra di volley di Casalmaggiore sta colonizzando anche nuovi ambienti: il fondo del mare, ad esempio, giusto per essere agli antipodi rispetto all’impresa di Cristofolini, ma anche mete turistiche e grandi capitali europee.

E’ una vera e propria mania, una vera e propria moda che, ora che l’estate (e dunque il periodo di ferie) è alle porte, avrà sicuramente successo: resta da capire dove spunteranno le bandiere rosa nelle prossime settimane. Per il momento, una foto molto suggestiva è stata scattata sui fondali del cristallino mare della Sardegna, tra coralli e splendidi esemplari di pesci, da Attilio Vallari, Mauro Maffi, Fabio Roffia, Omar Arisi e Claudia Valsecchi del gruppo Mare Sub. Ma come detto non mancano i turisti in rosa: Filippo Maccagni ha infatti realizzato uno scatto particolare, a Madrid, nel museo del Real, plurititolata formazione calcistica della capitale spagnola, accanto alla “Decima” ossia la Coppa dei Campioni numero 10 conquistata dai “blancos” lo scorso anno. Non solo: Max Pasini da Vicobellignano, assieme alla fidanzata Angela Marinelli, si è regalato uno scatto con tanto di bandiera Pomì dall’alto della Torre di Belém a Lisbona, capitale del Portogallo. “Lo avevo promesso, e ho mantenuto” ha raccontato Max.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti