Commenta

Pomì, la terza
centrale è un ritorno
Ecco Rossella Olivotto

olivotto-montichiari_ev

Nella foto Olivotto a muro contro Stevanovic: ora saranno compagne di reparto

CASALMAGGIORE – La Pomì Casalmaggiore completa il pacchetto centrale e lo fa festeggiando un grande ritorno in maglia rosa. Dopo la conferma della coppia più quotata dell’ultima stagione, StevanovicGibbemeyer, ecco Rossella Olivotto. La centrale trentina aveva lasciato la Pomì dopo tre bellissime stagioni, due di A2 e la prima storica annata di A1 dove si era ritagliata non poco spazio tra la serba e l’italo-uruguaiana Aguirre, per approdare nell’ultimo torneo a Montichiari, avversario di Casalmaggiore nei quarti play-off scudetto. Se ne era andata con la speranza di poter un giorno vestire nuovamente la divisa della formazione casalasca ed ora quella speranza è diventata realtà.

L’avevamo vista al Pala Radi insieme a tante altre ex, appassionata spettatrice, giusto un mese fa, il 12 maggio, di gara quattro di finale tra la formazione casalasca e l’Igor Gorgonzola, di li a poco, nella storica serata del 16 maggio al Pala Terdoppio di Novara, la Pomì avrebbe coronato il sogno di vincere lo scudetto. “Per me è come tornare a casa – confessa emozionata Rossella – ritrovare dirigenti, amici e tifosi con i quali peraltro ho sempre mantenuto anche nell’ultima stagione ottimi rapporti è fantastico, a Casalmaggiore ho vissuto tre stagioni indimenticabili  e poter vestire nuovamente questa maglia con lo scudetto cucito sopra mi onora e mi stimola all’inverosimile”. Galeotta gara quattro di finale scudetto con Novara. “Penso di non aver mai provato niente di simile – spiega – vedere quell’entusiasmo sugli spalti, quella passione, quell’attaccamento mi ha stupita e coinvolta emotivamente. Voglio che questa, ho pensato tra me e me, torni ad essere la mia squadra.  Credo che giocare in un ambiente come quello del Pala Radi sia il massimo, quanto di più bello possa desiderare una giocatrice”.

Ritrovi la Pomì con lo scudetto cucito sulle maglie. “Dopo averci perso ai quarti di finale play-off con Montichiari ho capito che la Pomì avrebbe potuto fare grandi cose e sono convinta che abbia vinto perché si è dimostrata la squadra più forte e con la sete più grande di successo”. Avrai come compagne di ruolo Stevanovic ma anche un’altra fuoriclasse come Gibbemeyer. “Sarà un piacere tornare a condividere l’esperienza rosa con Jovana, Lauren è un’altra grande giocatrice, formeremo sicuramente un ottimo pacchetto centrale, da loro sono certa di poter imparare tanto”. Mai come in questa estate ci sarà da recuperare energie fisiche e mentali, la prossima stagione inizierà sotto ritmi incalzanti. “Si rivelerà una stagione impegnativa, i fronti che ci vedranno impegnate saranno molteplici, noi ci metteremo entusiasmo e tanta buona volontà”.

La Champions sarà uno degli ambiti in cui sarete impegnate. “A Pesaro – continua Olivotto –  ho avuto l’occasione di cimentarmi con questa competizione, ero giovanissima, ora ho alle spalle alcune stagioni ad alto livello e mi sento pronta per ricavare anche da questa esperienza il massimo, giocare in Europa con la maglia rosa è un sogno che si realizza”. E poi un pensiero e un saluto ai tifosi rosa. “Sono tornata per ottenere con la Pomì altri importanti traguardi, insieme, con lo stesso entusiasmo di quest’anno, con il vostro calore e la vostra passione niente ci è precluso”.

Mauro Vigna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti