Commenta

Il Progetto Equus
passa da Casalmaggiore
Festa agli Amici del Po

cavalli-studenti-lido_ev

Nella foto un momento dell’incontro in zona Lido Po

CASALMAGGIORE – Una vera e propria carovana festante per un progetto denominato “Equus”, che poi è soprattutto un viaggio, organizzato dalla Fondazione Bosis Emilia di Bergamo, che mira al recupero e all’integrazione di ragazzi con problemi psichici e ogni anno organizza eventi come questo. Si tratta di passeggiata a tappe, immersi nella natura, partita sabato da Lodi e che dovrà giungere già giovedì alla Palude del Busatello, Verona, dove sosterà fino a domenica. Quaranta chilometri al giorno circa, per una settimana.

Un percorso condiviso da 38 persone tra ragazzi ed educatori, che percorrono in mezzo alla natura la strada, sfruttando sette cavalli e tre carrozze, oltre alle biciclette, con un furgoncino frigo per i viveri e i pranzi al sacco e con una barca d’appoggio che, via Po, permette di proseguire nell’itinerario anche sull’acqua. La carovana è giunta a Casalmaggiore, dove presso gli Amici del Po è stato organizzato un momento conviviale, con il pranzo, prima di sostare all’ombra del giardino davanti al Grande Fiume e di ripartire poi nel primo pomeriggio. L’approdo nel pomeriggio era invece previsto a Viadana, presso il Centro Sociale “Amici del Po” (omonimo dunque di quello di Casalmaggiore), dal quale la carovana è ripartita giovedì mattina in direzione Boccadiganda, Mantova. Particolarmente felici i bambini di Casalmaggiore che frequentano il Grest degli Amici del Po e che hanno incrociato il progetto Equus 2015, fermandosi in particolare a “conoscere” i quadrupedi in sosta.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti