Commenta

Commessaggio, messa
col Vescovo per
accogliere nuove guide

don-marco-tizzi-commessaggio_ev

Foto e testo dal sito della Diocesi di Cremona

COMMESSAGGIO – Nel pomeriggio di sabato, alle ore 18, il vescovo Dante Lafranconi ha presieduto una solenne Eucaristia a Commessaggio, nel Mantovano. La celebrazione, pur non prevedendo il rito di insediamento del nuovo parroco, don Marco Tizzi, 67enne di Sabbioneta, ha segnato ufficialmente l’avvio del cammino pastorale unitario della comunità di S. Albino con le parrocchie di Gazzuolo e Belforte, di cui don Tizzi era già parroco.

Accanto al Vescovo, oltre a don Tizzi, c’era il nuovo collaboratore parrocchiale delle tre parrocchie: don Bruno Grassi. Hanno concelebrato anche don Vincenzo Cavalleri (parroco di Calvatone), padre Luigi Brioni (missionario in Sierra Leone) e don Gino Assensi, originario di Commessaggio. La Chiesa di Sant’Albino era colma di gente, anche da Gazzuolo e Belforte, e numerose erano le autorità presenti, fra cui il vice sindaco di Commessaggio Stefania Bellesia, il sindaco di Gazzuolo Loris Contesini e Elvira Sanguanini, commessaggese e presidente della Casa del Sole. La celebrazione è stata accompagnata dalla corale parrocchiale insieme ai bambini della scuola dell’infanzia.

All’inizio della Messa un rappresentante della comunità di Commessaggio ha rivolto il benvenuto a don Marco e a don Bruno (che risiederà nella casa parrocchiale) a nome delle parrocchie di Gazzuolo, Belforte e Commessaggio ricordando i principi di amicizia, carità, collaborazione, fede e speranza che dovranno essere i motivi ispiratori per il futuro. Durante l’omelia il Vescovo ha ripetuto più volte la frase del Vangelo «Non temere, soltanto abbi fede», sottolineando come la presenza di un prete in una comunità vada vista come dono del Signore per sostenere il cammino di fede di tutti i parrocchiani. Al termine della celebrazione il nuovo parroco ha rivolto il proprio saluto “ufficiale” ai commessaggesi, confidando nella buona e proficua collaborazione con don Bruno con il quale – ha ricordato – «in passato abbiamo giocato a calcio insieme nella nazionale preti contro la nazionale attori».

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti