Commenta

Sanità, si vota
Segretari Pd
attaccano la Lega

ogliopo-ingresso_ev

Nella foto, l’ingresso dell’ospedale Oglio Po di Vicomoscano

VIADANA – I segretari del Partito Democratico dell’area viadanese, in merito della riforma della sanità, oggetto di proposta di legge da parte della Regione, ribadiscono la “necessità di mantenere e rafforzare le attività ed i servizi garantiti dalla struttura a livello territoriale”: “la realizzazione dell’Ospedale per Acuti Oglio Po, completo dei primariati e di ogni requisito a livello di qualifiche, organici, risorse umane e servizi; la trasformazione dell’Ospedale di Bozzolo in Presidio Specialistico di Riabilitazione e sub Acuti e realizzazione del POT; la realizzazione nell’Ospedale di Viadana di un Distretto Socio Sanitario strutturato a livello organico qualitativo di eccellenza per la salute umana ed animale”. “La semplice aggregazione del Distretto Viadanese a Cremona – scrivono i segretari del Pd dell’area Oglio Po -, in mancanza di un quadro certo di mantenimento delle intese a suo tempo sottoscritte e mai rispettate in ordine al completamento della copertura dei primariati, degli organici e dei servizi dell’Ospedale Oglio Po anche per evitare la fuga dell’utenza nei contermini ospedali emiliani, desta viva apprensione, senza una preventiva analisi dei contenuti va decisamente respinta al mittente e richiede pronta interlocuzione con le rappresentanze politiche ed istituzionali della Regione. Nel rigettare la proposta leghista da parte della regione, ma condividendo la necessità di razionalizzazione della spesa e quindi di riduzione delle aziende socio sanitarie territoriali e delle agenzie di tutela della salute; in alternativa proponiamo, come già discusso e concordato con tutto il partito democratico provinciale, e in un ottica di visione a più anni di creare un’unica Ats con sede a Cremona e un’unica Asst con sede a Mantova che rappresenti tutto il territorio provinciale di Mantova e Cremona”.

Infine, i segretari Pd dell’area Oglio Po si chiedono: “Dove sono finiti i leghisti che fino a qualche mese fa, quando si discuteva di sopprimere le provincie sfilavano per il territorio con le magliette “non morirò cremonese”? Dove è finito l’assessore regionale Gianni Fava, che tanto ha urlato in questa campagna elettorale per le amministrative del comune di Viadana ergendosi paladino del territorio OglioPo, ed invece in questo momento sta unicamente producendo un silenzio che dice tutto. Come è possibile che la Lega si propone come difensore unico del territorio visto il rapporto diretto con la regione e poi si accoda, senza se e senza ma alle decisioni centrali che arrivano da Milano, dove è finito il loro federalismo nel caso sia mai esistito? I leghisti locali daranno una mano al territorio visto che lunedì ci sarà il voto definitivo in commissione regionale o come abbiamo sentito in questi giorni continueranno a non affrontare, rimandare e sminuire il problema. Noi con i nostri rappresentanti stiamo facendo il possibile, ma non governando la regione l’ultima parola aspetta alla maggioranza. Aspettiamo il voto di lunedì in commissione e poi decideremo cosa fare a tutela di tutto il territorio dell’OglioPo”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Tags, ,
Commenti