Commenta

Nuovo speed check
ma vecchio
trattamento…

speed-ev

Nella foto, il ‘Velo ok’ abbattuto

CASALMAGGIORE – Saranno anche scatole vuote ma ad acquistarli sono necessari molti soldi. Parliamo dei parallelepipedi arancioni che da un po’ di tempo costellano le strade di Casalmaggiore: i ‘Velo ok’. Sono quasi sempre privi di fotocamere ma in ogni caso rappresentano un deterrente per chi non era abituato a rallentare transitando nei centri abitati e nei punti pericolosi. A Motta San Fermo uno di questi speed check non ha mai avuto vita facile, perché preso a pedate e rovesciato a terra diverse volte. L’ultima volta addirittura sparito, svanito nel nulla come se qualcuno lo avesse caricato in macchina e portato a casa come fosse un oggetto da collezione, costringendo l’Amministrazione comunale a mettere le mani nel cassetto per comperarne un altro, in sostituzione. Martedì la sorpresa, lo scatolone arancione di Motta San Fermo se ne stava lì dov’era sempre stato. Qualcuno, nel prenderlo a calci l’aveva fatto rotolare nel piccolo fosso in fregio alla strada, dove adesso giace seminascosto da erbacce e ortiche. Sarebbe bastata un po’ di attenzione da parte di chi ha installato il nuovo speed check, per evitare una nuova, inutile spesa.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti