Commenta

Villa Ferrari,
splendida cornice per
l’esordio Rotary di Mori

rotary-mori_ev

Nella foto un momento della conviviale a Villa Ferrari

CASALMAGGIORE – Il cognome Mori nel casalasco è davvero diffuso. Nello stesso Rotary Club “Casalmaggiore Viadana Sabbioneta” è un cognome tutt’altro che raro. Ciò che è insolito invece è il consenso spontaneo e sincero che Massimo Mori ha ricevuto sin dall’inizio della sua conduzione rotariana. La nomina gli era stata conferita domenica 28 giugno col passaggio delle consegne da parte del predecessore, l’autorevole Pietro Sganzerla ed è diventata ufficiale questa domenica, 5 giugno, con la splendida conviviale nei giardini di Villa Ferrari a Gussola.

Sarà per il sorriso, sarà per il modo confidenziale con cui espone i concetti camminando tra i commensali quasi sfiorandoli uno ad uno ed eliminando la lontananza tra tavolo presidenziale e partecipanti, fatto sta che Mori si è bene inserito nel prestigioso incarico che gli è stato affidato suscitando da subito sincere sensazioni di simpatia unite a consensi ed apprezzamenti spontanei con espressioni del tipo: “Mi piace, mi sembra di essere tornato indietro dodici anni” pronunciate da qualcuno che evidentemente provava nostalgia per una frequentazione rotariana di un certo periodo.

Massimo Mori, che tra l’altro riveste un ruolo di consulente per la sicurezza in seno all’Amministrazione comunale di Casalmaggiore, ha colto questo atto di fiducia e apprezzamento, anche perché quattro erano gli ospiti alla sua prima conviviale seguita totalmente da una novantina di soci rotariani attratti dall’esposizione dei temi inseriti nella annata che stava per iniziare. Di progetti Massimo Mori per perpetuare i messaggi e gli obiettivi rotariani ne ha parecchi, anche perché ha ricordato di essersi innamorato parecchio di questa istituzione così come ora percepisce medesimi sentimenti nei confronti di tutti i componenti il club.

“Sarà un’annata di consolidamento dove il gruppo si unirà ancora di più, condividendo il piacere che passino i quindici giorni tra una conviviale e l’altra per rivederci” ha detto Mori. Durante la serata parecchie sono state le nomine e le attribuzioni di compiti specifici per le varie commissioni con conferme e inserimenti di nuovi personaggi di elevata competenza. La cornice elegante di Villa Ferrari a Gussola ha costituito l’ambiente ideale per questa partenza rotariana, il cui obiettivo sarà il raggiungimento di traguardi eccezionali nell’ambito della solidarietà e della fratellanza tra le persone.

Ros. Pis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti