Commenta

Sette sorelle del Po
per un Expo di sport
sul Grande Fiume

fiume-po-secca-ev

Nella foto, il fiume Po visto dall’argine maestro di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – Sorbolo, Mezzani, Colorno, Torrile, Sissa-Trecasali, San Secondo e… Casalmaggiore. Cosa ci fa il capoluogo casalasco insieme a sei località parmensi? Semplice, basti pensare a cosa lega i Comuni citati: il Grande Fiume. Per valorizzarne il patrimonio naturalistico, le sette sorelle, se così possiamo definirle, hanno deciso di sposare il progetto dell’associazione Abili allo Sport e dare lustro ad una vetrina, quella della riviera fluviale, ricca di fascino e tradizione. “Un Po di sport” è il titolo scelto per una manifestazione che si terrà dal 29 agosto al 4 ottobre e metterà insieme eventi di carattere atletico e culturale, con i quali portare alla ribalta la tematica della pratica ginnica e dell’adozione di corretti stili di vita inseriti nel territorio, grazie alla collaborazione di partner, enti locali, società sportive e associazioni di volontariato.

“Una vera e propria Expo di sport sulle rive del Po per una promozione attiva del territorio”: così gli organizzatori preannunciano la kermesse, che verrà svelata in tutto il suo programma martedì 21 luglio a Parma, nel corso di una conferenza ad hoc. “Per rinforzare il concetto di condivisione della promozione territoriale – spiegano da Abili allo Sport -, per dare risalto anche ad aziende che si impegnano nel sociale e per stimolarle ad essere sempre più attive nel dare valore ed opportunità ai territori, abbiamo scelto di fare la presentazione degli eventi, nella prestigosa sede di uno dei maggiori sponsor, la Opem, in quanto crediamo che per promuovere seriamente un territorio occorra fare rete tra tutte le realtà istituzionali, produttive e sportive che condividano l’idea di uno sviluppo sociale del paese”. Grande attenzione sarà data alla promozione dello sport per disabili, attraverso la campagna di comunicazione sociale “Portiamoli a Rio” che darà sostegno ad undici campioni paralimpici nel difficile cammino che li porterà a Rio 2016.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti