Commenta

Argine San Matteo
Cavatorta: “A settembre
progetto con Aipo”

argine-san-matteo-ev

Nella foto l’argine dopo la frana

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE (VIADANA) – “Lasceremo passare l’estate, periodo di stanca, poi per settembre ci ritroveremo e passeremo alla fase più importante, illustrando anche il nostro progetto”: con queste parole Giovanni Cavatorta, sindaco di Viadana, rassicura i cittadini di San Matteo delle Chiaviche e di Cizzolo, che sperano finalmente di vedere risolto l’annoso problema legato all’argine, distratto e franato in parte non più tardi di un anno e mezzo fa in una delle non rare piene del fiume Oglio.

L’intenzione è quella di intervenire in modo drastico e soprattutto con una soluzione duratura e non soltanto temporanea: come noto, l’argine è stato dapprima chiuso, nei giorni e nelle settimane successive alla frana, mentre in un secondo momento sono stati posti dissuasori che hanno limitato il passaggio al traffico non pesante. “Adesso vorremmo riaprire l’argine, rimettendolo totalmente in sesto – spiega Cavatorta – e per questo abbiamo riallacciato i rapporti con Aipo”. Proprio così: durante il periodo di commissariamento, infatti, Aipo non aveva un interlocutore con il quale relazionarsi. Ecco perché mercoledì pomeriggio sia Giovanni Cavatorta che il consigliere comunale (e assessore regionale) Gianni Fava hanno incontrato l’ingegnere di Aipo Luigi Mille, che s’è detto disposto ad aprire un tavolo di lavoro. Appuntamento a settembre, dunque. “E per allora entreremo già nel dettaglio del progetto, che stiamo perfezionando” promette Cavatorta.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti