Commenta

Pot di Bozzolo ok,
ma i social restano
ancora “infuocati”

ospedale-bozzolo_ev

Nella foto l’ospedale di Bozzolo

BOZZOLO – La notizia, indubbiamente positiva, del finanziamento accettato per il Pot dell’ospedale “Don Primo Mazzolari” di Bozzolo, ha dato vita ad una ridda di commenti polemici scaturiti e scatenatisi su Facebook, da parte dei vari protagonisti, di ambo le parti politiche. Un percorso durato qualche ora, in una sorta di richiesta di riconoscimento, da parte dei vari schieramenti, dei meriti della propria parte.

Dopo che Giuseppe Torchio, sindaco di Bozzolo soddisfatto per il traguardo, ha ringraziato il primis il consigliere regionale Pd Marco Carra e l’assessore lombardo alla Sanità Mario Mantovani, la prima a intervenire è stata Sara Malagola, consigliere comunale di minoranza a Bozzolo. “Trovo profondamente ingiusto, scorretto e di conclamata disonestà intellettuale “non perder tempo per ringraziare” anche chi realmente ha impiegato le proprie energie, il proprio tempo e il proprio ruolo per promuovere fattivamente la realizzazione del POT a Bozzolo – ha scritto Malagola sul proprio profilo – . Invito ciascuno a rileggere la stampa dei primi mesi di questo anno, dove i soliti urlatori di professione puntavano il dito contro l’avversario politico. Oggi provano a mettere il cappello su una vittoria del territorio portata avanti da Forza Italia con il consigliere regionale Anna Lisa Baroni e dalla Lega Nord con il consigliere Provinciale Cedrik Pasetti. È un giochino che non regge e che è figlio di un modo di far politica che non deve più appartenere ai nostri territori”.

La stessa Baroni non si è fatta attendere. “Adesso spero che Torchio e il suo vice sindaco Scognamiglio mi facciano le loro scuse per i mesi nei quali ho dovuto sopportare le loro contumelie al limite dell’insulto personale. Certamente non si tratta di persone capaci di autocritica. Hanno ringraziato l’assessore Mantovani e il consigliere regionale di opposizione Marco Carra. Non hanno avuto il buon gusto di ringraziare anche me che da mesi vado rassicurandoli che i denari per il POT di Bozzolo c’erano. I fatti mi danno ragione e danno regione a Regione Lombardia”. Anche in questo passaggio Baroni ha ringraziato sia Pasetti che Malagola, per il sostegno espresso aggiungendo che “adesso i Bozzolesi sanno chi dice la verità e chi si adopera per polemiche meramente strumentali e disfattiste”.

Pasetti a sua volta ha ringraziato Baroni per il risultato ottenuto, in uno scambio infuocato di battute che è servito per fare anche la cronistoria del presidio ospedaliero di Bozzolo. “Questa è una vittoria Tua e della Giunta Regionale – scrive Pasetti rivolgendosi a Baroni – quella tanto vituperata dal millantatore dichiarato ineleggibile. Chissà se ora il Pd, il millantatore e i suoi lacchè si metteranno a fare raccolte firme contro il taglio di 2.532 miliardi alla sanità passata al Senato con voto di fiducia del governo nello stesso provvedimento che ha decretato la fine del mandato amministrativo di Torchio. Mi aspetto una volta ancora l’onestà intellettuale dell’amico Marco Carra nel rendere merito ai veri attori della vittoria per il Pot di Bozzolo per smentire chi sottolinea come il Pd sia solo capace di catastrofismo e di prendersi meriti di vittorie di altri”.

Ecco appunto, Carra. Il consigliere regionale Pd, tirato in ballo, ha risposto. “E’ giusto ristabilire la verità dei fatti. In realtà, come da verbali che si possono visionare sul Consiglio regionale di oggi (mercoledì, ndr), il POT di Bozzolo è stato finanziato grazie a un mio emendamento, perché non era previsto nel bilancio, completamente dimenticato dagli esponenti di maggioranza. Quindi solo oggi pomeriggio l’Assessore al bilancio mi ha chiesto in Aula di ritirare emendamento alla luce di un Fondo per investimenti che sarebbe stato costituito proprio per soddisfare le richieste come la mia. Del tutto esiste verbale scritto”.

La bagarre è terminata con il messaggio di Torchio, che ha ringraziato entrambe le parti politiche, spegnendo così le polemiche. “La Giunta Comunale ringrazia il Consigliere Carra, proponente l’emendamento, l’assessore Mantovani e la Giunta Regionale (assessore Gianni Fava) per averne accolto i contenuti, i consiglieri del territorio Annalisa Baroni e Marcello Fiasconaro per il supporto alla richiesta formulata da ASL ed Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova. La nostra Giunta vigilerà perché venga sviluppata sulle realtà di Bozzolo, Oglio Po ed Asola quella serie di azioni e di interventi che renderanno visibile e concreta l’azione per il rilancio dei nostri nosocomi”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti