Commenta

Treni nuovi, anzi no:
hanno già
quarant’anni di vita

trenord_ev

“Meno di un mese fa Trenord aveva annunciato che entro la fine del 2015, i treni più vecchi della flotta (non dotati di climatizzazione) saranno dismessi e che si doterà il servizio ferroviario regionale di una flotta moderna all’altezza delle attese dei nostri clienti. E ora arrivano delle automotrici che hanno quarant’anni di vita”. L’attacco a Trenord, azienda che gestisce il servizio ferroviario della tratta Milano-Mantova, è del responsabile trasporti di Legambiente Lombardia, Dario Balotta. “Trenord ha fatto arrivare due automotrici 668 dal deposito locomotive di Siena, anno di produzione 1976 (età 39 anni), a quello di Cremona – spiega Balotta -. A rimettere in moto questi vecchi treni, fermi da anni in Toscana, ci penseranno gli operai del deposito cremonese. I mezzi si aggiungeranno alla flotta di settanta vecchie automotrici a diesel che ancora sono utilizzati a Cremona. Il deposito della città del Torrazzo diventa sempre più il cimitero degli elefanti con settantadue automotrici in organico oltre che vecchie anche molto rumorose e con emissioni fortemente inquinanti. I due vecchi treni – conclude Balotta – opereranno sulle linee del Cremonese, del Bresciano, del Mantovano e della Bergamasca”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti