Commenta

L’ambulanza
per la Georgia
scalda il motore

poli-ambualnza-ev

Nella foto, Giovanna Zanimacchia e Gherardo Poli coi ragazzi georgiani

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – In Georgia, a Tbilisi, la capitale, e non solo le ambulanze non sono messe benissimo. Proprio nei giorni scorsi ha iniziato a circolare, sulla pagina Facebook che presto vi diremo, un video abbastanza emblematico, che evidenzia problemi di fondo proprio del trasporto sanitario. E al di là dell’ilarità che potrebbe suscitare un video del genere, il senso è comunque un altro. Là, in quelle terre sorte dopo la disgregazione dell’ex Unione Sovietica, c’è bisogno di aiuto e questo aiuto, proprio a livello sanitario e medico, giungerà proprio da Casalmaggiore. Dell’avventura che ha preso il nome evocativo “Casalmaggiore-Tbilisi in ambulanza” già avevamo parlato. Ora però emergono nuovi dettagli: i 3500 chilometri sulle due ruote per Gherardo Poli e Giovanna Zanimacchia, i due casalesi che, grazie a Padre Mikael e alla Caritas Georgia, sono entrati in contatto con una chiesa cattolica che gestisce un ambulatorio medico nella provincia di Eshtia, nella provincia di Ninotsminda, hanno infatti un calendario molto più preciso. L’ambulanza, donata dalla Padana Soccorso, è perfettamente efficiente, ma per raggiunti limiti di percorrenza non può più essere proficuamente impiegata dall’associazione e come noto, assieme a Poli e Zanimacchia, vi saranno due ragazzi georgiani, Beka Eradze che da due anni si trova in Italia e frequenta l’università a Brescia, e Alexansdre Bagdasarovi, studente a Tbilisi che è giunto nei giorni scorsi nel Casalasco e poi si fermerà proprio in Georgia. Si parte alle ore 11 dell’11 settembre da Casalmaggiore a Bari, poi Brindisi con traversata sul traghetto a Igoumenitza, il 13 settembre Tychero al confine turco, in seguito tappone da mille chilometri con sosta sul mar Nero a Samsun il 14. Ultima tappa a Batumi, già in Georgia e poi il 16 settembre l’arrivo. Il passaggio di proprietà e le nuove targhe verranno ufficializzate il giorno dopo, il 17, sperando ovviamente che porti bene, ma scaramanzie a parte quel che conta è la consegna, prevista nel weekend del 20 settembre presso il presidio ospedaliero del villaggio di Eshtia. Al ritorno, più agile, volo Tbilisi-Linate con Alitalia. L’avventura, seguita passo passo dalla pagina Facebook “Casalmaggiore-Tbilisi in ambulanza”, davvero puntuale e precisa e che riporta i ringraziamenti per ogni offerte giunta dalle aziende locali (si parla di gomme, ammortizzatori, cinghia di distribuzione di scorta e materiale vario), vivrà una sorta di antipasto, a base di salumi, torta fritta e prodotti nostrani giovedì 3 settembre dalle ore 20 presso Casa Lana a Vicomoscano, in via Tasso 2: un modo per confrontarsi sull’avventura, per illustrarla nel dettaglio e per raccogliere fondi. Il ricavato della serata verrà infatti destinato a coprire le spese di preparazione dell’ambulanza, il carburante per raggiungere Tbilisi e le tasse di importazione in Georgia (oltre a certificati di proprietà e libretto di circolazione richiesti dal Ministero dei Trasporti georgiano, già contattato). La serata è aperta al pubblico e a chiunque intendesse partecipare e contribuire.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti