Commenta

Calcio, prima
domenica agonistica
tra Coppa e campionato

rapid-united_ev

Nella foto la rosa della Rapid United, novità di questo 2015-2016

Dopo avere perso per strada il Gussola, che aveva deciso di iscriversi alla Terza categoria e poi è invece sparito del tutto, in attesa – chissà – di ripartire il prossimo anno, e con la conversione del vecchio Rivarolo Calcio nella nuova Rapid United, sorta dalla fusione tra il club biancoverde e la Rapid Junior di Bozzolo, la ciurma del calcio nostrano riparte quasi al completo, anche se la prima domenica della stagione 2015-2016 si divide tra campionato e Coppa con gare dal differente valore.

In Prima categoria, per esempio, il Viadana non ha pretese, questo pomeriggio alle ore 15.30, in casa contro la Meletolese, essendo il team del nuovo corso guidato da Diego Canova già eliminato. Due ko nelle prime giornate (0-1 in casa con la Biancazzurra e 2-1 a Sorbolo) tolgono qualsiasi chance ai canarini, che dunque devono guardare già alla prima di campionato, domenica prossima, in casa col Fornovo nel girone B, una novità rispetto allo scorso anno.

In Lombardia, sempre in Prima, quasi eliminato in Coppa (due successi con Pescarolo e Pralboino, ma poi pesantissimo 0-4 dal Casalromano alla terza giornata), il Psg inizia invece il campionato nel girone H (anche qui un cambio di prospettive rispetto allo scorso torneo): la prima sfida è, in trasferta, al Pescarolo, formazione guidata da Fulvio Bonomi, ex Cremonese che guida una squadra sicuramente insidiosa.

Esordio tosto, nel gruppo di Seconda J, per Rapid United e Martelli: il team di Maglia, neonato di fatto dopo la fusione, se la gioca in casa, a Rivarolo Mantovano, contro il Sesto 2010, che lo scorso anno sfiorò la promozione ai playoff, dopo più bassi che alti in Coppa (ko con Futura e Acquanegra e ottimo pari a Castellucchio); i giallorossi invece sfidano in trasferta l’Acquanegra, team mantovano che negli scorsi tornei ha spesso giocato nella zona alta della graduatoria per vedere da vicino la Prima categoria.

Sempre in Seconda ma nel girone O, qualche incognita accompagna Pomponesco e Polisportiva Futura. La squadra in blu gioca in casa la prima contro il Sant’Egidio/San Pio X in un torneo, quello mantovano, che da sempre si rivela tosto e superiore alla media regionale come qualità e difficoltà. Insidiosa è la trasferta che attende la Futura, che gioca a Roverbella, in casa di un team difficile da decifrare che però, per storia e tradizione, difficilmente non tenterà il salto in alto.

In Seconda categoria, purtroppo, gioca dopo troppe stagioni buche anche la Casalese quest’anno, affidata a mister Diego Carminati: in Emilia Romagna si parla ancora di Coppa e non di campionato, che parte domenica prossima, e così i biancocelesti devono vincere a Mezzani per passare il turno degli ottavi di finale. All’andata, infatti, in Baslenga, la Casalese avanti 3-1 a inizio ripresa si è fatta infilare tre volte ed è stata sconfitta al 92′. Ora la qualificazione andrà cercata in trasferta: si gioca alle 16.30. Terza categoria ancora ferma: la Cannetese, quest’anno ancora nel girone cremonese, sfiderà il Corona domenica prossima con l’avvio del torneo.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti