Commenta

Bozzolo, la giunta
comunale continua
a perdere i pezzi

torchio-giuramento_ev

Nella foto, la Giunta Torchio all’atto del giuramento

BOZZOLO – Bozzolo peggio di Pompei. Non passa giorno che non si manifestino crolli nel paese di don Primo Mazzolari. I cedimenti non riguardano più soltanto le storiche mura gonzaghesche sul cui recupero il sindaco Giuseppe Torchio ha costruito appelli su appelli alle autorità competenti. Il problema adesso è l’amministrazione comunale con la Giunta che si sfalda ogni giorno di più, nonostante lo sforzo del primo cittadino che chiede silenzio e tranquillità per ricostruire l’organigramma amministrativo. Dopo il primo, clamoroso abbandono del vicesindaco Nicola Scognamiglio, che anzichè ricevere il sostegno della maggioranza è stato spinto ancora più ai margini da sei consiglieri, ha dato le dimissioni, senza conferma da parte dell’interessata, pure Cinzia Nolli a cui Torchio stava per assegnare la poltrona vuota di Scognamiglio.

In municipio sono giunte anche le dimissioni di Alice Lucrezia Borsari, assessore all’Edilizia e Attività Produttive, a cui è subentarto Claudio Bottura. Secondo i bene informati anche l’assessore Sergio Nardi, pezzo forte della Giunta Torchio, non avrebbe più tanta voglia di continuare. Non va certamente meglio per il Pd locale al cui interno si sarebbero manifestate alcune defezioni, con personaggi conosciuti che attraverso i soliti social netwok invitano amici a conoscenti a traslocare in Sel, il gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà. Rimangono due domande che i cittadini di Bozzolo si pongono: tutto questo bailamme è frutto dell’inesperienza e del nervosismo di giovani esuberanti politici o c’è sotto un disegno ben più ampio e sibillino?

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti