Commenta

Interpellanza M5S
sul segretario: “Accordo
negativo per Viadana”

viadana-leonardi-segretario_ev

Nella foto Pippo Leonardi: la convenzione che ruota attorno al suo nome è contestata

VIADANA – Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Viadana ha presentato una interpellanza sulla Convenzione di Segreteria approvata in Consiglio Comunale lo scorso 28 luglio 2015 dalla sola maggioranza. Posto che le “Convenzioni di Servizi” tra due o più Comuni sono caldeggiate dal Testo Unico Enti Locali, con lo scopo di ottimizzare i servizi amministrativi e mitigarne i costi sino a rendere mature le condizioni per una vera e propria “Unione di Comuni”, la Convenzione che il Comune di Viadana si appresta a firmare con i comuni di Borgo Virgilio e S. Martino dall’Argine si presenta, sotto vari aspetti, non propriamente “conveniente”, almeno per il nostro Comune, sostengono dal Movimento 5 Stelle.

“Innanzitutto non concordiamo sul fatto di avere un Segretario Comunale part-time – scrivono i pentastellati nel documento protocollato – . Il Comune di Viadana, oltre che caratterizzato da una complessa gestione amministrativa dovuta al suo tessuto socio-economico, alla sua importante estensione ed alla sua conformazione idrogeologica, è ormai da anni afflitto da complesse problematiche di varia natura che comporterebbero una presenza quanto mai costante ed efficace del Segretario e non una presenza settimanale di sole 20 ore.

In secondo luogo non ci spieghiamo il motivo per cui il nostro Comune, che ha il 55% di presenza del Segretario, non sia stato designato come Comune Capofila, ruolo attribuito al comune di Borgo Virgilio. Come si diceva prima, il T.U.E.L. favorisce questo tipo di convenzioni ed attribuisce vari tipi di agevolazioni ai comuni che le adottano; tra queste agevolazioni spicca la riduzione degli obiettivi di bilancio prevista per il Comune Capofila, con contestuale aggravio per gli altri. Di conseguenza Viadana, che ha una situazione finanziaria non propriamente rosea, si vedrebbe ulteriormente penalizzata mentre il comune di Borgo Virgilio non trarrebbe alcun beneficio in quanto, essendo stato costituito nel 2014, per 5 anni non è vincolato dal patto di stabilità”.

Vi è pure un terzo passaggio. “Desta perplessità il trattamento economico previsto. In primo luogo il compenso annuo: con quale criterio è stata definita la cifra di 113mila euro, comprensiva di spese di viaggio, di cui 74mila euro (il 65%) a carico del Comune di Viadana? Stante la percentuale di impiego prevista dalla convenzione, parrebbe più coerente che Viadana partecipasse al 55% anche per il trattamento economico. Inoltre anche il confronto con quanto percepito dal predecessore di Pippo Leonardi, nuovo segretario, ossia Antonino Lembo, che percepiva 77.400 euro annui a tempo pieno, non pare congruo”.

L’ultimo passaggio riguarda i rimborsi spese per un segretario che in effetti è residente proprio a Viadana. “La compartecipazione del comune di Viadana al rimborso delle spese di viaggio, oltretutto alla tariffa massima prevista dall’A.C.I. e per il 55% del totale, proprio non trova giustificazione – si legge -. Il nuovo Segretario Comunale risulta residente a poche centinaia di metri dal Municipio, per quale motivo il nostro comune deve accollarsi le spese che dovrà sostenere per recarsi al lavoro negli altri due comuni? Auspichiamo fortemente che questi nostri interrogativi non cadranno del vuoto e che il Sindaco voglia mettere mano alla revisione di questa Convenzione”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti