Commenta

Corsa del Rey, niente
record (quota 175) ma
è festa per tutti

corsa-rey7_ev

Nella fotogallery alcuni momenti della quinta Corsa del Rey

RIVAROLO DEL RE – Non c’è stato il record di partecipanti, che rimane quello di 198 atleti iscritti nel 2014, ma tenendo conto del maltempo che ha guastato il cielo di Rivarolo dalle ore 8 di domenica e probabilmente ha spaventato in particolare famiglie e giovanissimi, che avrebbero potuto rimpinguare la partecipazione, la quinta edizione della Corsa del Rey ha comunque soddisfatto gli organizzatori dell’Asd Rivarolo del Re 2002.

Gli iscritti erano 175 in totale, di cui 73 per la 3 chilometri, 39 per la 5 chilometri e 63 per la 10 chilometri, la corsa più competitiva. Una festa di sport che ha visto la partecipazione come speaker, posizionato a pochi metri dal sagrato della chiesa dove la corsa è partita e dove poi è arrivata (per tutti e tre i percorsi), Carlo Stassano dell’Atletica Interflumina, mentre non mancavano, a “benedire” la competizione, il sindaco di Rivarolo del Re Marco Vezzoni e Costantino Vaia, ad del Consorzio Casalasco del Pomodoro, col marchio Pomì a fare da main sponsor (assieme ad E’ Più) e a consegnare a tutti i partecipanti, come negli anni scorsi, il pacco gara di prodotti tipici. Imponente la presenza di pubblico ai lati del percorso designato, a conferma di quanto sia sentita in paese questa tradizionale corsa.

La sicurezza è stata invece garantita dai Carabinieri in congedo, dal Gruppo Alpini, dalla Padana Soccorso, dalle Guardio Eco-zoofile, da alcuni volontari di Rivarolo del Re in bicicletta e da Giuseppe Scandiani con l’auto: tutti hanno presidiato il percorso, in particolare gli incroci, sia per quanto concerne l’anello iniziale sul territorio comunale che negli spazi aperti dalla campagna del Gambalone e delle Gialdine, con scorci davvero suggestivi ora che le colture non vi sono più e lo sguardo si perde all’orizzonte. I partecipanti sono arrivati da tutto il comprensorio, con la presenza di società di podismo anche di Cesole e Viadana, oltre ovviamente ai ragazzi dell’Asd Rivarolo del Re, padroni di casa e in netta maggioranza.

Sul percorso verde da 3 chilometri hanno vinto Giorgio Buttarelli tra gli uomini e Sofia Vaia tra le donne, mentre sul percorso rosso da 5 chilometri al primo posto si sono classificati Jacopo Fochi e Beatrice Vaia. Osservando invece la corsa più attesa, la 10 chilometri, è stato un trionfo per Lorenzo Borrini, pettorale numero 39, seguito da Luigi Lodi Rizzini, col pettorale numero 9, e poi da Gianpaolo Gozzi col numero 2. Premi speciali sono andati ai primi tre classificati di ogni gara. Prima delle donne sul percorso più lungo invece è stata Natascia Pizza, atleta locale peraltro, essendo iscritta proprio alla società rivarolese, che anche senza record e nonostante il tempo poco clemente ha colto, per la quinta edizione consecutiva, nel segno. Seconda a 20” Rossella Poli, terza Fausta Raschi a 1’30” di distanza. Tra gli ospiti d’onore anche Valentina Zago, ex pallavolista della Pomì Casalmaggiore, mentre va ricordato che la tappa rivarolese apre ad un periodo davvero interessante per il podismo, che passerà domenica 27 settembre dal Palio della Zucca a Casalmaggiore, altro evento davvero suggestivo.

Giovanni Gardani


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti