Un commento

Accoglienza profughi,
il perché del no
di Casalmaggiore

consiglio-ev

Nella foto, il consiglio comunale di mercoledì

CASALMAGGIORE – L’accoglienza dei profughi, tema caldo da mesi anche nel casalasco, è stato affrontato in consiglio comunale a Casalmaggiore. All’interrogazione presentata dal capogruppo de ‘Il Listone’ Maurizio Toscani, il sindaco Filippo Bongiovanni ha risposto giustificando la scelta di non aderire al documento redatto dalla Consulta del Territorio: “Nel testo si parla di dare ospitalità a due immigrati ogni mille abitanti. Non mi sta bene, non stiamo parlando di figurine, per questo non mi è sembrata una cosa seria e non ho aderito. Anche perché a Casalmaggiore non ci sono strutture adeguate per accogliere i profughi e non vorrei vi fossero privati che si inventino gestori di immigrati”. “Per i rifugiati politici esiste dal 1987 la Casa dell’Accoglienza, qui a Casalmaggiore”. Da Toscani il richiamo ad una maggiore sensibilità ed apertura.

S. A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • luciano

    Ottimo!