Commenta

Rugby Viadana
rompe subito ghiaccio:
Aquila schiantata

rugby-viadana-aquila_ev

Nella foto un momento del match

VIADANA – Buon esordio per il Viadana targato Casper Steyn che, tra le mura amiche, si impone su L’Aquila che mette grande fisicità, ma che deve cedere di fronte alla maggiore organizzazione della squadra viadanese ed alla supremazia nelle fasi statiche. Molto bene anche i punti d’incontro anche se, nelle battute iniziali, sono gli ospiti a costruirsi le migliori opportunità per sbloccare il risultato e la prima meta è proprio della formazione allenata da Ludovic Mercier. Cinque punti che sono un ottimo viatico per questo inizio di campionato per una squadra rinnovata che deve ancora cercare il giusto amalgama. “Sono molto felice – commenta coach Casper Steyn a fine gara -, iniziare con una vittoria più bonus va benissimo, ma è solo il primo mattoncino, dovremo ovviamente lavorare ancora, ma per ora va bene così”.

Molti giovani in campo con la maglia del Viadana e soprattutto tanti esordienti nel massimo campionato italiano. “Credo che sia un aspetto molto positivo – sottolinea Greg Sinclair – abbiamo avuto il giusto atteggiamento nonostante la poca esperienza, soprattutto nel secondo tempo quando il nostro focus è stato quello della ricerca del bonus e di continuare a provare a marcare senza accontentarci. Quello che invece dovremo migliorare è il lavoro senza palla – conclude l’assistant coach scozzese – perché dobbiamo sfruttare ogni opportunità che ci creiamo. Oggi è mancata un po’ di accuratezza, ma credo che sia normale alla prima in campionato e con tanti giovani in campo”. Tra gli esordienti con la maglia giallonera c’era anche Adolfo Caila, seconda linea argentina ed ex della partita. “Devo dire che un po’ di emozione l’ho provata a giocare contro la mia squadra degli ultimi due anni. Personalmente penso che devo  dare di più soprattutto fuori, quindi portare avanti più palloni e placcare meglio. Le fasi statiche sono andate bene, ma non benissimo e quindi dovremo essere più efficaci per garantire maggiore qualità al nostro possesso, mentre sui punti d’incontro credo che oggi abbiamo giocato una buona gara, ma non possiamo fermarci qui. Adesso – continua Caila – ci aspetta una bella sfida a Mogliano, in pre season ci siamo affrontati due volte, ciò significa che ci conosciamo abbastanza e che loro faranno di tutto per cercare di vincere nel proprio stadio, ma anche che noi abbiamo le carte per giocarci questa partita fino in fondo”.

LA CRONACA – Al 3’ L’Aquila ha l’opportunità di smuovere il punteggio, ma Bonifazi da posizione abbastanza centrale non è preciso. Tre minuti più tardi, a seguito di un tuffo in ruck da parte di un giallonero, l’estremo aquilano riprova da posizione analoga, ma il tentativo non va a buon fine. Alla seconda mischia della partita Viadana mette pressione ed impone il crollo del pilone sinistro abruzzese Breglia che porta McKinley sulla piazzola per i primi tre punti della partita di marca giallonera. L’apertura irlandese replica il penalty al 20’ con la stessa precisione dopo un placcaggio alto nei “ventidue” avversari. Al 23’ la difesa viadanese si fa trovare impreparata lungo l’out destra e Mattoccia ne approfitta per andare in meta, marcatura che vale il momentaneo sorpasso grazie alla trasformazione di Bonifazi (6-7). A questo punto sale in cattedra McKinley che prima spedisce in mezzo ai pali un calcio piazzato dalla distanza e poi trova un buco perfetto nella difesa abruzzese, ricicla su Manganiello che nel due contro uno premia al largo Melegari che va in meta con trasformazione dello stesso McKinley. In chiusura di tempo arriva il cartellino giallo per Boccardo per antigioco.

Viadana inizia la seconda frazione di gioco con buon piglio e dopo otto minuti trova la terza meta grazie al lavoro degli avanti e con Monfrino che va oltre la linea di gesso. Mckinley mantiene il 100% al piede per il 30 a 7 temporaneo. La supremazia nelle fasi statiche garantisce possesso e qualità nel gioco per i ragazzi di coach Casper Steyn che orienta il proprio focus e le decisioni tattiche alla ricerca della quarta meta per il bonus. Il terzo sigillo porta la firma dell’ottimo Manuini, certamente tra i migliori in campo, che riesce a trovare lo spazio giusto a ridosso della linea di meta e va rimpinguare il bottino rivierasco. Il Bonus è centrato da uno dei volti nuovi di questa stagione, l’ala Filippe Lombardo che si lancia in una corsa vincente e schiaccia la quarta meta viadanese. La fisionomia delle due formazioni è stravolta dai cambi, gli abruzzesi mettono molta fisicità nei punti d’incontro, ma devono soccombere ancora al flanker Manuini che mette l’accento sulla propria prestazione quasi in chiusura di tempo. La parola fine al match la pone Manganiello, altro atleta che ha saputo dare grande sostanza alla propria performance, mentre la trasformazione dell’estremo Gennari fissa il finale sul 47 a 7 per i padroni di casa.

RUGBY VIADANA 1970 vs L’AQUILA RUGBY CLUB: 47 – 7 (pt: 16-7)

Marcatori: p.t.:9’ cp McKinley, 20’ cp McKinley, 23’ meta Mattoccia tr. Bonifazi, 33’ cp McKinley, 37’ meta Melegari tr. McKinley; s.t.: 48’ meta Monfrino tr. McKinley, 54’ meta Manuini tr. Mckinley, 64’ meta Lombardo, 75’ meta Manuini, 80’ meta Manganiello tr Gennari.

Rugby Viadana 1970: Gennari; Melegari, Manganiello, Pavan (73’ Righi Riva), Lombardo; McKinley (58’ Gregorio), Khyam Apperley; Monfrino, Andrea Denti (58’ Anello), Manuini; Caila (56’ Krumov), Orlandi; Romano (49’ Irving), Scalvi (49’ Santamaria), Marchini (49’ Cafaro). A disp.: Santamaria, Cafaro, Irving, Krumov, Anello, Righi Riva, Gregorio, Delport. All. Steyn

L’Aquila Rugby Club: Bonifazi (55’ Matzeu); Panetti, Cortes (55’ Erbolini), Mattoccia, Perju (63’ Carnicelli); Biffi, Faasen; Ceccarelli (58’ Cecchetti), Boccardo, Gentile (75’ Ciotoli); Sirbe (cap), D’Onofrio; Subrizi (63’ Sebastiani), Marchetto, Breglia (45’ Badalicescu). A disp.: Di Valentino, Badalicescu, Cecchetti, Ciotoli, Carnicelli, Matzeu, Erbolini, Sebastiani. All. Mercier

arb. Stefano Bolzonella
g.d.l. Pennè e Laurenti
quarto uomo: Platania

Cartellini: 40’ G Boccardo (L’Aquila),
Man of the match: Ian McKinley (Rugby Viadana 1970)
Calciatori:  Mckinley 6 su 6 (15 pt), Gennari 1 su 3 (2 pt) (Rugby Viadana 1970),  Bonifazi 1 su 3 (2 pt) (L’Aquila);

Note: campo in ottime condizioni, giornata fresca. Spettatori: 800 circa.  Punti conquistati in classifica: Viadana  5, L’Aquila  0.

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti