Commenta

Istituto Grassi, M5S:
“Chiediamo dimissioni
del Cda”

viadana-piazza-ev

VIADANA – Il Movimento 5 Stelle Viadana ha analizzato con attenzione quanto accaduto in seguito alla scomparsa della Presidentessa dell’Istituto Geriatrico Carlo Louisa Grassi, la compianta Vilma Gardani. “Come verificabile anche dal sito internet della struttura – scrivono i consiglieri Alessandro Teveri e Susy Foti, il Consiglio d’Amministrazione viene nominato per quattro quinti dall’Amministrazione Comunale, tre di maggioranza e uno di minoranza, risultando così evidente che la stessa presidenza è sostanzialmente, anche se non formalmente (la nomina viene fatta dallo stesso CdA), diretta emanazione del Sindaco”. “Temiamo quindi che la situazione creatasi con la nomina del Consigliere Comunale Roberto De Martino, come nuovo membro dell’organo amministrativo-gestionale della struttura, possa generare una situazione d’instabilità in quanto l’attuale Amministrazione Comunale era in minoranza al momento del rinnovo degli incarichi fatti da chi, oggi, siede tra i banchi dell’opposizione in tre differenti gruppi”.

“Riteniamo – specificano dal Movimento 5 Stelle di Viadana – che una realtà come l’istituto geriatrico sia per l’importanza dei servizi erogati, sia per la complessità della gestione amministrativa, nonché economica, non possa rischiare di avere uno stallo decisionale all’interno del CdA. Vogliamo sottolineare che le valutazioni riportate non mettono minimamente in dubbio le capacità professionali ed umane degli attuali consiglieri, ma nascono da un’osservazione oggettiva dei meccanismi di nomina. A tale proposito chiediamo al Consiglio di Amministrazione dell’istituto di valutare la possibilità di rassegnare le dimissioni, così come fatto dall’Associazione la Meridiana di cui Vilma era Presidente, per consentire nuove nomine che rispettino il principio sostanziale di “governabilità” contenuto all’interno delle norme esposte in precedenza e nell’esclusivo interesse dell’Istituto Geriatrico”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti