Commenta

Bozzolo, il Comune
potenzia la
videosorveglianza

telecamere-videosorveglianza_ev

BOZZOLO – Furti, atti vandalici, episodi di violenza sono al centro delle cronache e colpiscono le nostre comunità a prescindere dagli orientamenti politici o dalle capacità degli amministratori. Incendi, atti dolosi, violenze ‎e furti riempiono le pagine dei giornali, spesso accanto agli articoli che narrano vicende analoghe occorse nel comune di Bozzolo. All’insediamento della nuova amministrazione il Comune ha censito le telecamere e gli impianti installati, riscontrandone la scarsa qualità unita ad un grado assai ridotto di definizione delle riprese con risultati del tutto insufficienti nell’identificazione delle persone coinvolte. La scoperta di alcune telecamere finte, installate in passato, ha riacceso un dibattito sulla efficacia di tale piano di prevenzione. “Il rapido invecchiamento delle nuove tecnologie – spiega il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio – impone una particolare attenzione ad evitare l’acquisto di impianti presto superati e consiglia alle amministrazioni il noleggio o leasing delle nuove strumentazioni. In questo contesto la nuova amministrazione ha potenziato la rete esistente a protezione del patrimonio comunale (magazzino, sala civica, etc.) con installazioni antiintrusione e preventivato il controllo e l’illuminazione della piazzola ecologica, intervenendo ripetutamente presso Tea Ambiente per l’assunzione in carico dell’onere per tali impianti necessari‎”.

“Infine, per quanto riguarda il piano di installazione delle nuove telecamere – precisa Torchio – é stato acquisito il preventivo di spesa da parte della ditta Sicurtec Impianti srl in data 07/10/2015 per l’ammontare di 33.415,80 euro iva compresa per la copertura dell’intero territorio comunale. Presto saremo in possesso di preventivo riferito anche al noleggio o leasing di tali impianti. A seguito di ripetuti contatti con il Direttore Generale dell’assessorato alla ‎Sicurezza della Regione, dott. Cristalli, si é appreso che é imminente l’apertura del bando che prevede il finanziamento fino all’80% dei progetti presentati dalle Unioni dei Comuni, quali Foedus a cui aderisce Bozzolo, per la dotazione di mezzi e la fornitura di apparecchiature quali telecamere ed apparati antintrusione. Solo successivamente all’apertura del bando ed alla presentazione del progetto si potrà procedere alla fornitura ed alla fatturazione degli impianti mentre non potranno rientrare nel contributo le spese effettuate in precedenza”.

Il Comune ha previsto nel piano di ammortamento la quota parte a suo carico dell’investimento ed é in attesa di formalizzare la domanda di concerto con l’Unione Foedus. La situazione é quindi destinata a risolversi nell’arco di qualche mese.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti