Commenta

Rugby Viadana, il derby
è tuo: i Lyons Piacenza
cedono allo Zaffanella

rugby-viadana-piacenza_ev

Nella foto un momento del derby

VIADANA – Viadana ruggisce più forte dei Lyons Piacenza, chiude il derby della Pianura Padana senza subire punti e va in meta in sette occasioni. I gialloneri superano alcune difficoltà iniziali dove concedono qualcosa nella fasi statiche, ma lavorano bene nei punti di incontro. Sistemate mischie e touche, dopo pochi minuti dal kick-off, la maggiore qualità nei possessi si traduce in punti grazie al buon lavoro della linea arretrata, abile nel concretizzare le opportunità create dall’approccio positivo degli avanti. Il focus sempre attivo e la mentalità giusta nel dare ritmo anche a punteggio acquisito, sono le note liete perché sottolineano la maturità di un gruppo che si plasma con il passare delle partite in modo sempre più solido. Cinque punti che portano i ragazzi di coach Steyn a quota 14 punti insieme a Mogliano per una classifica che vede cinque formazioni in un fazzoletto di altrettanti punti.

Viadana preme subito ed al 3’ beneficia di una mischia sui “cinque” avversari che però non produce effetti per l’infrazione nell’ingaggio da parte della prima linea viadanese. La temperatura è alta così come il ritmo dei primi minuti di gioco con i gialloneri che hanno un avvio con maggiore possesso che però, nelle battute iniziali, difetta un po’ in qualità soprattutto sulla “22” avversaria e con Piacenza che usa bene i calci di spostamento sempre letti con efficacia dall’estremo di casa Keanu Apperley. Al 15’ prende abbrivio la driving maul viadanese con Andrea Denti che va a segno. Viadana sente il momentum e giunge il secondo sigillo giallonero con Delport che trafigge la difesa piacentina trovando un corridoio da cinque punti. Padroni di casa che non si accontentano e prima della mezz’ora mettono le mani sul bonus-mete grazie alla seconda personale di Andrea Denti dopo alcune fasi di gioco con il lavoro di pick and go e poi con la corsa in solitaria di Manganiello che danza vicino la linea di laterale destra, spara un grabber preciso dietro i placcatori piacentini e poi va a raccogliere l’ovale atterrando oltre i pali emiliani.

Il parziale dopo i primi 40 minuti di gioco è di 24-0, ma al rientro dagli spogliatoi Viadana dimostra di non volersi accontentare ed al 53’ prende forma un’offensiva che strappa applausi con i trequarti di casa che spostano con velocità e precisione l’ovale togliendo ogni punto di riferimento alle guardie piacentine, Manganiello viene liberato come finalizzatore ma la difesa avversaria scivola bene all’esterno e l’ala campana è respinta a pochi metri dalla meta. Nella seconda frazione di gioco cambiano molti interpreti, ma il livello qualitativo non scende con un contrattacco ben impostato e tre trasmissioni che portano Khyam Apperley oltre la linea. Entra in campo Melegari e dopo 10 minuti incide il proprio nome nel tabellino dei marcatori beneficiando di un’apertura sulla destra che gli consente di correre fin sotto i pali. Chiude i conti McKinley con Cavallero che buca la linea difensiva piacentina riciclando alla perfezione per il “10” irlandese.

SPAZIO INTERVISTE

GREG SINCLAIR: “Oggi abbiamo avuto dei possessi di qualità che ci hanno permesso, a tratti, di impostare ciò che proviamo in allenamento. Sono molto felice per questo perché ho visto anche creatività in attacco che ci garantisce maggiore imprevedibilità ed abbiamo saputo cogliere le opportunità che si sono presentate. Più allenamenti riusciamo a fare, quindi più passa il tempo e meglio si integrano i nuovi arrivati nei meccanismi di gioco; sono molto soddisfatto anche da chi è entrato a partita in corso”.

ULISES GAMBOA: “Mi è piaciuta più la touche che la mischia anche se oggi posso essere soddisfatto per il lavoro dei primi otto. Andrea (Denti, n.d.r.) ha vinto il premio di man of the match meritatamente, ma mi è piaciuto tutto il pacchetto che ha visto anche in Du Plessis un punto di riferimento importante. Cosa mi ha reso più felice? Rivedere in campo Pietro Moreschi e per ottanta minuti Antonio Denti, due giocatori cresciuti nel vivaio e rientrati dopo due lunghi infortuni”.

GABRIELE MANGANIELLO: “Abbiamo avuto modo di attaccare in prima fase – sottolinea il trequarti campano – e stiamo migliorando molto l’organizzazione offensiva. La nostra è una squadra che non si tira mai indietro, quindi anche nelle sconfitte possiamo trovare qualcosa di positivo anche se va detto che, soprattutto a Calvisano, abbiamo commesso troppi errori”.

RUGBY VIADANA 1970 vs SITAV LYONS PIACENZA: 45 – 0 (pt: 24-0)

Marcatori: p.t.: 15’ meta Andrea Denti, 19’ m. Delport tr. McKinley, 23’ meta Andrea Denti, tr. McKinley, 25’, meta Manganiello; s.t.: 70’ m. Khyam Apperley, tr. McKinley, 75’ m. Melegari tr. Keanu Apperley, 80 m. McKinley, tr. Keanu Apperley.

Rugby Viadana 1970: Keanu Apperley; Manganiello, Delport (70’ Gabbianelli), Pavan (62’ Melegari), Amadasi; McKinley (cap), Gregorio (56’ Khyam Apperley); Du Plessis, Delnevo, Andrea Denti (62’ Moreschi); Caila (56’ Krumov), Gerosa; Irving (62’ Cavallero), Scalvi (75’ Santamaria), Antonio Denti. A disp.: Santamaria, Cavallero, Cafaro, Krumov, Moreschi, Khyam Apperley, Gabbianelli, Melegari. all. Steyn

Lyons Piacenza: Thrower (56’ Subacchi); Bassi, Rossi, Forte, Boreri (43’ Cammi); Nathan, Rivetti (56’ Via); Ward (16’ Ferrari), Fornari, Cissé; Chiappini (61’ Baracchi), Mahu; Carloni (63’ Staibano), Daniele (59’ Barbuscia), Singh (59’ Ferri). A disp.: Barbuscia, Ferri, Staibano, Baracchi, Ferrari, Via, Cammi, Subacchi. all. Bertoncini
arb. Emanuele Tomò di Roma
g.d.l.  Filippo Bertelli e Andrea Pretoriani
quarto uomo: Riccardo Salafia

Cartellini: 70’ (G) Forte (Lyons Piacenza)
Man of the match: Andrea Denti (Rugby Viadana 1970)
Calciatori:  Mckinley 3 su 5 (6 pt), Keanu Apperley 2 su 2 (4 pt) (Rugby Viadana 1970)

Note: campo in ottime condizioni, giornata calda. Spettatori: 1.200 circa.  Punti conquistati in classifica: Viadana 1970  5, Lyons Piacenza  0.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti