Commenta

Rugby Viadana, nulla
da fare a Rovigo: 34-14
per i Bersaglieri di casa

rugby-viadana_ev

ROVIGO – Al 3′ Viadana deve difendere una mischia nei propri 10 metri, è il primo momento saliente del confronto; l’ingaggio dei gialloneri è buono con l’ovale che cambia padrone ed i gialloneri possono risalire il campo. Seconda mischia ancora appannaggio di Viadana, ma sono i padroni di casa a schiodare il risultato dall’iniziale 0-0 con Basson che spara l’ovale in mezzo ai pali dalla piazzola. Rovigo, nella prima parte di gara, mantiene il possesso ma non concretizza mentre i ragazzi di coach Steyn cadono in alcuni episodi di indisciplina che costano la prolungata permanenza nella propria metà campo. Nel primo quarto di gara funziona bene la mischia mentre in touche si registrano alcune imperfezioni. Al 28′ l’estremo dei Bersaglieri va ancora a punti con un drop da posizione agevole. Viadana risale il campo e sfrutta al meglio un calcio di liberazione male eseguito da Basson, McKinley é chirurgico nel trovare il buco e riciclare su Khyam Apperley, il mediano di mischia corre verso la meta, affida l’ovale a Delnevo ed il Flanker va a marcare. McKinley é preciso dalla piazzola per il temporaneo sorpasso. La prima frazione di gioco si conclude con i padroni di casa che tornano avanti nel punteggio con altri tre punti firmati da Basson.

Secondo tempo  che si apre ancora con il “15” rossoblu preciso dalla piazzola. Il ritmo stenta ad alzarsi, ma al 12′ e al 16′ Rovigo costruisce due ottime opportunità per andare in meta che però non vanno a buon fine anche per la buona organizzazione difensiva viadanese mentre al 59′ una rolling maul rodigina trova l’abbrivio e porta Ferro oltre la linea di gesso. Sul fronte opposto l’apertura Rodriguez si fa stoppare un calcio di liberazione da Khyam Apperley che va in meta e McKinley aggiunge al piede i due punti supplementari (19-14). Viadana potrebbe lanciare la rincorsa sfruttando il momentum, ma inaspettatamente i gialloneri patiscono un calo decisivo che coincide con la chiusura in crescendo da parte di Rovigo che va in meta con Parker premiando i metri conquistati dalla maul e successivamente è Lubian a sfruttare un’indecisione difensiva viadanese. Chiude i conti Rodriguez che marca in prossimità della bandierina sul fronte destro portando il punto di bonus alla capolista.

GREG SINCLAIR: “Siamo dispiaciuti per come si è conclusa questa partita perché anche se non siamo stati in condizione di controllarla, è altrettanto vero che fino ai minuti finali siamo rimasti agganciati al Rovigo. Ci serve una vittoria importante – sottolinea il tecnico di Glasgow – cioè battere una di quelle squadre che sono davanti a noi in classifica per acquisire quell’autostima che ci può servire per maturare ulteriormente. Questo significa che nel girone di andata sarebbe importantissimo battere il Petrarca. É ovvio che dobbiamo dare il massimo e puntare a vincere in ogni gara, ma in termini di crescita un risultato positivo con Padova potrebbe generare quella confidenza utile per fare un girone di ritorno ambizioso”.

ADOLFO CAILA: “In campo, tranne che negli ultimi dieci minuti, non c’è stata una grande differenza di valori. Credo che, nonostante loro abbiano avuto maggiore possesso, soltanto nella parte finale il gap si sia concretizzato. Per crescere dovremo cercare di mantenere alta la concentrazione per tutta la durata della partita”.

IAN McKINLEY: “Per circa settanta minuti abbiamo fatto un ottimo lavoro in difesa, abbiamo messo in campo quello che abbiamo provato in settimana. Alla fine alcuni errori individuali sono risultati decisivi, è mancata probabilmente un po’ di lucidità”.

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 28 novembre 2015

Eccellenza, VI giornata

FEMI-CZ ROVIGO v RUGBY VIADANA 34-14 (9-7)

Marcatori: p.t. 8′ cp. Basson (3-0), 27′ drop Basson (6-0), 29′ m. Delnevo tr. McKinley (6-7), 34′ cp. Basson (9-7); s.t. 8′ cp. Basson (12-7), 19′ m. Ferro tr. Basson (19-7), 21′ m. Khyam Apperley tr. McKinley (19-14), 33′ m. Parker non tr. (24-14), 35′ m. Lubian E. non tr. (29-14), 40′ m. Rodriguez non tr. (34-14)

Femi-CZ Rovigo: Basson, McCann, Majstorovic (73′ Van Niekerk), Menon, Mantelli (73′ Pavanello), Rodriguez, Chillon (60′ Bronzini), Bernini (67′ Lubian E.), Zanini, Ruffolo, Parker (76′ Maran), Ferro (cap), Atalifo (51′ Tenga), Silva, Quaglio (71′ Pepoli). A disposizione: Balboni. All. Frati

Rugby Viadana: Keanu Apperley; Manganiello, Delport (62′ Gabbianelli), Pavan (78′ Gennari), Amadasi; McKinley, Khyam Apperley (67′ Gregorio); Du Plessis, Delnevo (67′ Moreschi), Orlandi (51′ Manuini); Gerosa, Caila; Irving (51′ Romano), Sanatamaria (cap) (67′ Scalvi), Antonio Denti (78′ Marchini). All.Steyn

arb.: Tomò (Roma)

Cartellini: 33′ giallo Caila (Rugby Viadana)

Calciatori: Basson 5/10 (Femi-CZ Rovigo), McKinley 2/3 (Rugby Viadana)

Note: giornata mite e soleggiata, circa 7°, campo in buone condizioni. Circa 1200 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Femi-CZ Rovigo 5; Rugby Viadana 0

Man of the Match: Parker (Femi-CZ Rovigo)

Alessandro Soragna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti