Commenta

Le corse in
carrozzina ‘rinascono’
in Baslenga

carrozzina-baslenga-ev

Nella foto, l’incontro in Baslenga

CASALMAGGIORE – Il mondo italiano paralimpico Fispes è ospite a Casalmaggiore dell’Atletica Interflumina E’ Più Pomì. “Un week end di rinascita per la corsa in carrozzina”: tiene subito a precisare Carlo Stassano. Dalla Sicilia al Lazio, dalla Sardegna e dall’intero Nord Italia, decine di atleti paralimpici hanno raggiunto la Baslenga dove, tra Centro Medicina dello Sport, palestra e pista, è in corso da venerdì il primo training camp sulla carrozzina da corsa. “Dal prossimo anno la handbike non potrà più partecipare alle corse di atletica su strada, dai dieci chilometri alla maratona – spiega Stassano -. Qui a Casalmaggiore, da venerdì a domenica, lavoreremo per formare al meglio atleti paralimpici e tecnici per rilanciare l’uso della carrozzina da corsa, anche in vista delle paralimpiadi di Rio 2016”.

Presente in Baslenga il guru del settore, il tecnico svizzero Paul Odermatt, allenatore della squadra nazionale elvetica e del pluricampione Marcel Hug. Col massimo esperto di carrozzina da corsa, a tenere lezioni teoriche (in inglese) e pratiche anche il referente tecnico Nazionale Mario Poletti. Al centro sportivo maggiorino è arrivato anche Sandrino Porru, presidente Fispes che già aveva applaudito l’organizzazione e l’impegno dell’Atletica Interflumina E’ Più Pomì in occasione dei recenti Campionati Italiani Paralimpici per Società disputatisi in Baslenga. Ospite speciale, il pluricampione paralimpico Alvise De Vidi.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti