Commenta

Volley, esonerato
Pedullà: Novara volta
pagina con Fenoglio

coppa-e-allenatori

Nella foto, la stretta di mano tra Mazzanti e Pedullà prima della finale scudetto a Novara

CASALMAGGIORE – Un punto lasciato al PalaNorda di Bergamo è costato la panchina a Luciano Pedullà, tecnico di Novara che gravita al secondo posto in classifica, a -1 da Conegliano che, per inciso, è l’unica big a dover ancora riposare. Era nell’aria da settimane, dal 3-0 scolpito negli annali della Pomì in un PalaRadi festante, un mese fa, quarta sconfitta consecutiva della Igor Gorgonzola contro le rosa a cavallo di due stagione. Ko costati al team di Pedullà uno scudetto ed una Supercoppa, oltre a roventi critiche sulla gestione di una squadra che la dirigenza piemontese voleva costruita per vincere e che invece si è dovuta “accontentare” della Coppa Italia e di una partecipazione alla Champions League più complicata del previsto, con più di un piede fuori dalla top 12.

Più forte degli attacchi, di entourage e addetti ai lavori, Pedullà era riuscito a rimettere in moto le sue, almeno entro i confini nazionali, rimettendo la Igor in cima alla classifica. Ma la fiducia nei confronti del decano dei coach di Serie A1 si è rivelata a tempo ed è bastato concedere un paio di set alla Foppapedretti, nella sfida di domenica scorsa, per la rivoluzione: via Pedullà, arriva il 45enne cuneese Marco Fenoglio, nell’ultimo anno parte dello staff tecnico del Vbf Friedrichshafen, con cui vinse titolo e coppa nazionale nella Bundesliga maschile tedesca. Ed ora, per rinforzare Novara, si fanno sempre più insistenti le voci di un interessamento della società piemontese per la palleggiatrice Kasha Skorupa, regista dello scudetto Pomì oggi in forza al Fenerbahce.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti