Commenta

Torre d’Oglio,
prima neve e ponte
di barche subito chiuso

ponte-chiuso_ev

Nella foto la chiusura del ponte

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE (VIADANA) – Il ponte di barche di Torre d’Oglio chiude. Ancora. Seguendo un copione ormai noto ad ogni inverno. Sono bastati pochi fiocchi di neve, i primi della stagione invernale in corso, per portare la Provincia di Mantova, ente che gestisce la struttura al centro di critiche per la scarsa praticità legata a dubbi strutturali, a chiudere il ponte nella mattinata di domenica 3 gennaio.

I problemi sarebbero due: da un lato il ghiaccio che rende difficoltosa la salita delle auto nell’uscita dal ponte dai due lati; dall’altro invece l’abbassamento del livello dell’Oglio con conseguente perdita di quota, trattandosi di un ponte sostenuto da barche, di tutta la struttura. La rabbia lascia spazio ad ironia disincantata tra gli abitanti della zona e tra chi è solito sfruttare il ponte di barche per “tagliare” il proprio percorso e risparmiare qualche minuto per giungere a destinazione, generalmente presso il posto di lavoro. Come sempre il primo punto di raccolta dei vari sfoghi è stato Facebook, con il gruppo “Salviamo le Frazioni Nord” pronto a registrare il disappunto dei residenti tra San Matteo e Cizzolo, ma anche nei vicini comuni di Marcaria e Dosolo, collegati dal ponte a Viadana.

Non più tardi di un anno fa, ricordiamolo, il ponte di San Matteo subì il crollo di un paio di imbarcazioni, poi sostituite, dopo la grande piena del Po e dell’Oglio. Da allora però il ponte è rimasto chiuso, anche in maniera improvvisa e senza preavviso, molto spesso, quasi a intervalli regolari. Troppo spesso, anzi, tanto che alcuni automobilisti preferiscono ormai cambiare strada, a costo di allungare il percorso, andando però sul sicuro.

AGGIORNAMENTO – Chiuso poco prima di mezzogiorno, il ponte di Torre d’Oglio è stato riaperto attorno alle 16 di domenica: ne dà notizia il sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta. Disagi dunque limitati, almeno questa volta, ma rimangono i dubbi della cittadinanza sull’utilità e sulla funzionalità della struttura.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti