Commenta

Sant’Antonio, animali benedetti in tutto il comprensorio

benedizione-animali-fontana-bozzolo_ev

Nella fotogallery, le celebrazioni nel comprensorio

Per questo abbiamo seguito tre diversi momenti, alla Fontana di Casalmaggiore alle 15 del pomeriggio e prima ancora a Bozzolo, in mattinata, senza dimenticare un passaggio a Cividale, dove più della benedizione degli animali in sé, è spiccato il discorso del sindaco di Spineda Davide Caleffi in difesa della categoria degli allevatori. Ecco la cronaca della giornata, divisa sui tre comuni.

BOZZOLO – Come si può organizzare una festa senza invitare il festeggiato? Così alla ricorrenza religiosa di Sant’Antonio Abate appare più che ovvio che a venire coinvolti siano coloro di cui il Santo è il patrono. A questo ha pensato il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio riempiendo domenica mattina la piazza davanti alla chiesa di animali delle diverse specie. Galline, oche, conigli, cani, un vitello, un cavallo, alcuni asini, tutti rinchiusi nelle rispettive gabbie e ovviamente moltissimi agricoltori con i loro trattori in seconda fila. Oltretutto la messa solenne, celebrata da don Gianni Macalli e dal vescovo di Scandolara Ripa d’Oglio operante in Brasile Monsignor Carmelo Scampa, ha avuto un valore altamente significativo per il messaggio diffuso nell’omelia. In sostanza il prelato, dopo essersi riferito alle letture evangeliche, si è rivolto agli agricoltori dicendo loro di soffermarsi di più sulla bellezza delle cose raggiunte senza correre continuamente e affannosamente verso le conquiste del domani. All’offertorio, a portare i doni della terra all’altare, si sono visti tanti giovani a dimostrazione di come l’agricoltura veda impegnati sempre più il mondo giovanile. In serata poi la festa di Sant’Antonio, che comprende tradizionalmente anche la parte gastronomica, è continuata nel ristorante Croce d’Oro dove l’eclettico Pasquale Amato ha dato ulteriore dimostrazione delle sue capacità culinarie allestendo una cena coi fiocchi per una sessantina di persone.

CASALMAGGIORE – La cerimonia di benedizione degli animali è tornata dopo parecchi anni anche al Santuario della Fontana di Casalmaggiore. Un momento di raccoglimento molto semplice, con 35 animali portati dai rispettivi padroni a ricevere la benedizione, impartita da padre Francesco e da Padre Andrea, custode del Santuario. Per la stragrande maggioranza erano presenti cani, oltre a 3 gatti, ma tra gli animali d’affezione spiccava anche la presenza di due tartarughe d’acqua e di un porcellino d’India. Padre Francesco ha ricordato in un breve sunto l’esistenza di Sant’Antonio Abate, parecchio longeva se è vero che il Santo visse fino a 106 anni, senza ovviamente dimenticare l’associazione dell’ordine dei Frati Cappuccini con il mondo degli animali, a partire dalla figura di San Francesco. Un momento molto apprezzato dai fedeli, che avevano richiesto ai padri della Fontana di istituire questa cerimonia, conclusasi con l’inno alla Vergine della Fontana e con la promessa di ritrovarsi, ancora con gli animi a due o quattro zampe al seguito, il 17 gennaio 2017.

CIVIDALE – Durante la celebrazione a Cividale, che ha riunito le comunità della frazione di Rivarolo Mantovano e di Spineda, particolarmente significative considerato il momento sono parse le parole del sindaco Davide Caleffi, il quale ha citato il passo evangelico del buon seminatore e, svestendo idealmente le vesti di primo cittadino, ha parlato da agricoltore alla sua categoria. “Se il 2015 con Expo è stato l’anno che ha messo al centro il cibo, ora è tempo di mettere al centro la figura dell’agricoltore, del suo sudore, del suo lavoro. Fatichiamo ogni giorno per questo ed è giusto che sia ridata dignità a questo mestiere antico”. Caleffi ha fatto riferimenti anche all’industria e a chi impone prezzi irrisori, mettendo in crisi questo lavoro, auspicando un’unione di intenti, per avere più forza e maggiore voce in capitolo, da parte degli stessi agricoltori, spesso troppo divisi tra loro.

Rosario Pisani-Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti