Commenta

Rotary Cvs, verso
un 2016 ricco
di progetti

Nell'ultima conviviale il presidente Massimo Mori ha invitato alcuni soci a raccontare i propri hobby. Senza dimenticare di fare il punto sulle iniziative avviate.
rotary-cvs-ev
Nella foto, i relatori dell'ultima conviviale Rotary Cvs

VIADANA – “Sei mesi di iniziative, di opportunità e voglia di fare”. Così Massimo Mori, presidente del Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta ha salutato i soci lunedì sera alla ripresa degli incontri dopo la pausa natalizia. La conviviale si è tenuta presso la Locanda al Ginnasio di Viadana ed ha visto una foltissima partecipazione. Per merito della curiosità che questo presidente suscita grazie al suo entusiasmo, al temperamento e alla determinazione con cui sa spronare le persone preannunciando una seconda parte del suo mandato ricco di sorprese ed appuntamenti stimolanti. E poi Mori è uno a cui piace stare in mezzo alla gente, cercando e mantenendo l’amicizia così come il motto rotariano suggerisce. Effettuando una delle sue visite “a domicilio” il presidente è andato a trovare a Casalmaggiore l’ingegnere Giulio Donzelli, storico fondatore del Club, riferendone della buona salute e soprattutto della straordinaria lucidità mentale nonostante l’età. Così facendo emergono i pensieri e le idee inventando il tema dell’altra sera quando a tre soci rotariani è stata offerta la possibilità di parlare pubblicamente dei propri hobby delle proprie passioni che solitamente si tengono racchiuse nel privato.

Il microfono è quindi passato nelle mani del decano Giuseppe Mattioli che coadiuvato dai figli ha rispolverato dall’armadio vecchie foto di quando volava con l’elicottero sulla campagna viadanese o a bordo di motoscafi ha compiuto per dodici volte la Pavia Venezia diventando vice campione d’Europa. Il giovane dentista Paolo Concari ha invece confessato la sua grande passione per le auto d’epoca invitando chiunque lo volesse ad aggregarsi a lui per partecipare ad affascinanti rally automobilistici di cui ha spiegato il regolamento che costringe a percorrere 50 metri in sette secondi. Infine Elena Bronzini oltre ad occuparsi di consulenza del lavoro con un suo studio gestisce l’intera organizzazione dell’Avis di Cogozzo allestendo feste ed eventi i cui proventi trovano sempre finalità benefiche. Il presidente del Rotary infine ha ricordato come sia avanzato il progetto di riqualificazione del tratto d’argine vicino a Santa Maria attrezzando un’area di sosta e di meditazione religiosa. Tra le panchine e una fontanella verrà creato un percorso della Via Crucis attraverso i 14 tigli appositamente piantumati con l’ausilio di ditte locali.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti