Commenta

"Rivarolo Mantovano
ha aderito ad un solo Gal,
il Terre del Po"

Il sindaco Massimiliano Galli replica a Giuseppe Torchio: "Spenderemo 915 euro e non 7 mila...".
galli-rivarolo_ev
Nella foto, il sindaco di Rivarolo Mantovano Massimiliano Galli

RIVAROLO MANTOVANO – Non si lascia attendere la replica del sindaco di Rivarolo Mantovano, Massimiliano Galli, alle accuse mosse dall’ex presidente del Gal Oglio Po Giuseppe Torchio circa la volontà del Comune di costituire un nuovo gruppo di azione locale. “Rivarolo Mantovano ha aderito ad un solo Gal, il Terre del Po, per il quale spenderà 915 euro e non 7 mila come erroneamente scritto. Gli altri comuni usciti dal Gal Oglio Po infatti si impegnano a versare la propria quota a Rivarolo. Se ci si informa dall’albo pretorio online – precisa il sindaco Galli – bisogna leggere per intero le delibere pubblicate e non fermarsi alla prima pagina”.

“Purtroppo come sovente accade le opinioni superano i fatti e le interpretazioni non riflettono la realtà”: spiega il primo cittadino di Rivarolo Mantovano. “Rivarolo Mantovano, come è noto, ha aderito al partenariato proposto dalla Provincia di Mantova, capofila del progetto, nella stesura del piano di sviluppo locale e che sfocerà, ci auguriamo, nella costituzione di un nuovo Gal, Terre del Po. La coincidenza della scelta di Rivarolo Mantovano di staccarsi dal Gal Oglio Po per la redazione del piano di sviluppo locale è antecedente alla designazione alla presidenza di Stefano Alquati, cui auguro ogni bene”.

“Questo fatto – prosegue il sindaco -, che può sembrare ai più strano è invece la semplice rappresentazione dell’effervescenza culturale, progettuale e di visione strategica che il territorio deve avere, avvalendosi di professionalità di altissimo profilo come l’università di Bologna, che redigano il progetto per andare a prendere le risorse che la regione mette a disposizione. Questo è quanto, a meno che qualcuno sia disturbato dal fatto che si parli di Rivarolo Mantovano e non di Bozzolo in un frangente così importante per il futuro del nostro territorio. I tentativi di discredito da parte dei colleghi non si riflettono sempre su chi li compie e non su chi li subisce, anche se fa specie riceverli da chi ha una comprovata esperienza amministrativa alle spalle”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti