Commenta

Ambiente e sport,
ecco la terza edizione
dell'Eridano Adventure

Presentata mercoledì mattina in sala consigliare a Casalmaggiore la corsa che conta già 200 pre iscrizioni.
eridano-adventure-ev
La conferenza di presentazione

CASALMAGGIORE – Sport e molto altro. Podismo e ambiente, per cominciare, asfalto, poco, e golena, tanta, nonostante il Po abbia ricominciato a gonfiarsi, costringendo così gli organizzatori al piano B. E ancora, territorialità e volontariato: questi i molteplici messaggi che la terza edizione di Eridano Adventure, presentata mercoledì mattina in sala consiliare del comune di Casalmaggiore, lancerà ai partecipanti per un percorso che prevede la gara agonistica vera e propria, con atleti delle principali società italiane di podismo iscritti alla 21 km, dunque una mezzamaratona naturalistica, e pure una 11 km per neofiti e per avvicinare parecchi corridori, che magari nell’argine vedono soltanto una pista da jogging, alla corsa off road vera e propria.

Dopo la prima edizione corsa da Sacca a Casalmaggiore, unendo così mediante lo storico passaggio del ponte sul Po due regioni, e dopo il bis da Casalmaggiore a Casalmaggiore passando da Gussola, quest’anno si parte da Martignana, perché come Andrea Visioli, organizzatore o meglio inventore dell’Eridano Adventure ha ricordato, l’obiettivo è di non regalare mai percorsi banali. In tal senso i 200 pre-iscritti (contro i 130 dell’anno scorso) non dovrebbero annoiarsi, dato che alcune parti inizialmente previste, come la lanca di Santa Maria a Martignana, sono ora inondate e dunque non agibili, ma tante sono le novità e soprattutto i percorsi naturalistici recuperati. Come uno dei budri, sempre a Martignana, svuotato dai rifiuti e ripulito, grazie al lavoro di tanti volontari e del sindaco Alessandro Gozzi: peraltro, anche le parti di tracciato che non saranno utilizzate per la gara di domenica – partenza domenica 6 marzo alle ore 10 con iscrizioni dell’ultimo minuto alla palestra di Martignana allestita come un villaggio sportivo e punto di riferimento logistico – una volta che il Grande Fiume scenderà saranno comunque restituite alle passeggiate in golena, dunque ai casalaschi. “Il podismo è uno sport in crescita – ha sottolineato Andrea Visioli – tanto che nel parmense molti trail sono passati dai 200 ai 300 iscritti da un anno con l’altro: speriamo di crescere anche noi come numeri, certi che molto dipenderà anche dal meteo”.

Tanti anche i servizi extra-sportivi o para-sportivi: tra i più importanti, i massaggi gratuiti forniti pre e post gara da Sistema Salute di Andrea Sartori, i completi specializzati I-eXe forniti ai vincitori e con forti sconti in ogni pacco gara, il sistema Sport-Ident, assolutamente innovativo tanto che si tratta di una prima nazionale, che consentirà di misurare in una frazione di secondo con una speciale Si-card che si porta al dito, i vari intermedi. Senza scordare il Kindergarten dove mamme e papà intenzionate a gareggiare potranno lasciare i più piccoli e la partecipazione, dato che si parla di ambiente, del canile “La Cuccia e il Nido” di Calvatone che venderà uova di Pasqua il cui ricavato finanzierà proprio i bisogni della struttura. “Per quanto concerne i vari sponsor e le novità – ha spiegato Visioli – fa piacere che spesso siano loro a cercarci. In particolare I-eXe presenterà tre ambassador come Cesario Barone del Gruppo Sportivo dell’Esercito, Cristian Silvi e Luca Vanni, ironman milanese che ha iniziato a fare sport per combattere il proprio diabete e può dunque lanciare un messaggio importante.

Un evento sostenuto dai comune di Martignana e Casalmaggiore, appunto, ma anche di Gussola, con l’appoggio di Agisko, della Parma Marathon, che si terrà a ottobre e offrirà sconti sui pettorali di iscrizione, di Conad, Decathlon e tanti altri sponsor tecnici e non. Una gara che si disputerà in senso antiorario, da Martignana verso Gussola passando anche da via degli olmi e dal boschetto di Agoiolo. “Molti passaggi verranno studiati proprio negli ultimi giorni, anche valutando le condizioni del Po – ha precisato Visioli – ma non mancheranno i giochi di “su e giù” lungo l’argine, anche con l’ausilio di una corda, come gli anni scorsi, per garantire la muscolarità della gara”. Di certo nella domenica di sport casalasca è previsto un passaggio spettacolo pure a Casalmaggiore, in piazza vecchia, con la benedizione del sindaco Filippo Bongiovanni.

Non mancherà la partecipazione dei ragazzi del Nordic Walking, guidati da Maurizio Adamoli, che sfrutteranno l’appuntamento con Eridano Adventure per preparare l’avventura di settembre in Islanda quando percorreranno 115 km in una prima internazionale per questo sport in grande crescita. “Tanto che – ha annunciato Adamoli sorprendendo anche lo stesso Visioli – abbiamo chiesto alla nostra federazione, che da quest’anno organizza anche un campionato italiano, di inserire Eridano Adventure come tappa degli Italiani 2017”. In chiusura il sindaco di Martignana Gozzi ha spiegato che ad ogni partecipante donna verrà donato un mazzo di mimosa, soffermandosi poi sul cambiamento della fauna in golena: “Ho trascorso diverso ore nei nostri boschi, in questi giorni, e ho notato quasi con stupore quanto stia cambiando la nostra natura”.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti