Commenta

"L'aroma maleodorante
è quello dell'immondizia
che Fava getta sugli altri"

Il capogruppo del Pd viadanese, Nicola Federici, replica alle accuse del consigliere leghista su presunti sprechi nell'assegnazione del servizio di raccolta dei rifiuti.
federici_ev
Nicola Federici

VIADANA – Gianni Fava attacca, il Pd viadanese risponde. “Abbiamo letto le rocambolesche dichiarazioni del consigliere comunale leghista che come sempre anticipa le dichiarazione del sindaco e della sua maggioranza, sempre per dettare lui una linea a cui poi più nessuno si può opporre – replica il capogruppo piddino Nicola Federici -. A questo punto ci chiediamo come mai non abbia fatto lui il sindaco visto che dalle sue dichiarazione sembra non fidarsi fino in fondo della sua giunta”.

Le dichiarazioni di Fava riguardavano il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nel comune di Viadana, da anni in affidamento a Tea. Il leghista, nonché assessore regionale all’Agricoltura, denunciava uno spreco della precedente amministrazione comunale quantificabile nell’ordine dei 3,5 milioni di euro. “Tutto quanto dichiarato in merito a questo presunto sciupio di danaro pubblico – continua Federici – è come al solito frutto delle sue modalità di fare politica-amministrativa, costruita su proclami e su approcci mediatici tipici del suo ‘vizietto’ oramai ben conosciuto e consolidato nel tempo e che in altre occasioni gli ha già prodotto qualche inciampo. Prima o poi a furia di sgambettare si potrebbe fare anche male. Ma questo è un problema suo perchè per questo esistono organismi e non solo contabili”. “Ciò premesso – precisa Federici -, per entrare nel merito ad oggi questa maggioranza ha presentato a novembre in consiglio comunale un ordine del giorno dove si aderiva al gruppo di comuni con capofila Borgovirgilio per indire una gara pubblica. Ordine del giorno ritirato poche ore prima del consiglio perché si era cambiata idea e si preferiva fare un bando pubblico con i soli comuni dell’OglioPo. Linea non portata avanti perché i comuni limitrofi si erano già impegnati con Borgovirgilio e chi portando avanti l’idea dell’affidamento diretto a Tea. A fine gennaio la maggioranza ha riportato e votato a favore in consiglio comunale lo stesso ordine del giorno per aderire al gruppo di comuni insieme a Borgovirgilio, cosa a cui il Partito Democratico ha votato contro perché voleva dire votare una delega in bianco ad un progetto inesistente”.

“Da consiglieri di opposizione di quella ridda di numeri sul servizio in questione non si sono visti e non esistono a tutt’oggi contratti che ne convalidino le conclusioni a cui così spavaldamente giunge il leghista Fava”: ribatte Federici. “Vedremo alla stipula, se e quando ci sarà, quale tipo di servizio ne uscirà, se alle stesse condizioni di raccolta e smaltimento e/o quant’altro di pari efficienza e di standard nei requisiti attuali. Ma soprattutto se la tassazione di tutti i cittadini e famiglie avrà una riduzione del costo. Per certo, se così andrà, sarà evitata al comune di Viadana la tanto sbandierata gara pubblica a cui l’attuale maggioranza di cui fa parte il leghista Fava ha voluto con un’apposita delibera di Consiglio Comunale e sbandierato in campagna elettorale, solo allora verificheremo cosa si intende quando si annuncia di non voler mantenere il servizio attuale”.

“Nell’interesse della gente comune che paga le tasse per dovere di trasparenza siamo noi che abbiamo bisogno di capire cosa e come si intenda procedere e quale siano  eventualmente i termini di questo nuovo servizio offerto da Tea il cui attuale presidente presidente Gualerzi, è stato voluto e sostenuto fino a ieri dallo stesso Fava e ci fa molto strano che solo oggi si chieda come ‘Teaambiente che gestisce un servizio che non dovrebbe creare utili in capo alla società come ha fatto quadrare i bilanci in questi anni e soprattutto come potrà farlo in futuro applicando gli sconti che va promettendo in giro a tutti?’ Quando per sapere la risposta gli basterebbe chiamare il presidente di Tea voluto anche da lui durante l’amministrazione Sodano”.

“Per ora l’unico ‘aroma maleodorante’ che il Fava ha scoperchiato è e resta sempre quello da lui prodotto e cioè quell’immondizia che ama gettare sempre e comunque  addosso agli altri. Lui che è il migliore di tutti in questa maggioranza, il salvatore di Viadana nonché assessore all’Agricoltura nella giunta Regionale che, nel settore sanità, è profumata e milionaria”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti