Commenta

Fondazione Mazzolari
a Borgo Virgiliano per
la Giornata Europea dei Giusti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La cerimonia a Borgo Virgiliano

BOSCO VIRGILIANO/BOZZOLO – In occasione della giornata europea dei “Giusti”, domenica 6 marzo 2016, in conformità della decisione del parlamento Europeo che ha istituito la ricorrenza a ricordo di Moshe Bejski magistrato protagonista a Gerusalemme per la “Commissione dei Giusti” per lo Yad Vashem, il segretario della Fondazione Mazzolari Giancarlo Ghidorsi ed il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio, hanno partecipato alla manifestazione indetta dal Comune e dalla Provincia di Mantova, in località Bosco Virgiliano, a fianco al monumento a Virgilio. La delegazione bozzolese si è unita alle autorità e ai rappresentanti della comunità ebraica, mettendo a dimora un albero commemorativo dei “Giusti” con i pensieri intonati da parte dei ragazzi del gruppo Scout di Borgo Virgilio. Non è mancata l’occasione per ricordare la Margherita Zanchi, nominata “Giusto tra le Nazioni” nell’anno 2000 e la candidatura di don Primo Mazzolari, fortemente sostenuta dai testimoni ebraici OsKar Tänzer e Leone Benyacar. Mentre alla prima, la Giunta comunale di Bozzolo ha deliberato di dedicare la via che conduce al Cimitero ebraico, al secondo è dedicato un importante lavoro “Reality o Fiction televisiva” a cura di RAI Storia in azione nei prossimi giorni a Bozzolo con il giornalista Giovanni Paolo Fontana e la messa a disposizione dello storico violino della Shoah che sarà suonato sulla tomba di don Primo Mazzolari. L’utilizzo del violino è stato accordato dal Comune di Cremona e dal proprietario dello strumento, l’ingegner Carutti, dopo la formale richiesta inoltrata dal Comune di Bozzolo, previa competente assicurazione e scorta da parte della Polizia Municipale.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Tags
Commenti