Commenta

Viadana Facchini, allarme
rientrato: il 97% dei lavoratori
dice sì al nuovo accordo

Importante in questa vicenda, che ha conosciuto momenti drammatici con il rischio di una frattura insanabile, la scelta dei soci che hanno deciso di puntare sul loro futuro lavorativo assieme alla Viadana Facchini.
viadana-facchini_ev
Nella foto uno sciopero delle scorse settimane

VIADANA – Una ventata di ottimismo per i lavoratori della Composad da mesi coinvolti in una lotta sindacale che aveva toccato vette di tensione altissima. Lunedì i soci dipendenti della Facchini Viadana hanno sottoscritto l’intesa recentemente raggiunta dalle organizzazioni sindacali e  Confindustria grazie anche alla mediazione dell’Amministrazione Provinciale di Mantova.

Il referente di Lega Coop Lombardia mantovana Paolo Rinoldi riferisce con soddisfazione del successo ottenuto dall’assemblea informativa dove il 97% dei soci lavoratori ha detto sì ai termini dell’accordo. Che sostanzialmente si caratterizza in quattro punti: la garanzia occupazionale con il mantenimento dell’attività lavorativa non inferiore ai 24 mesi; l’applicazione integrale del Contratto collettivo nazionale dei lavoratori per il settore logistica e trasporti; l’impegno a giungere ad una transazione per il pregresso; il rinvio alla contrattazione di secondo livello per la definizione degli aspetti sociali, economici e organizzativi.

Importante in questa vicenda, che ha conosciuto momenti drammatici con il rischio di una frattura insanabile, la scelta dei soci che hanno deciso di puntare sul loro futuro lavorativo assieme alla Viadana Facchini, della quale viene ribadito una volta in più il ruolo fondamentale e insostituibile. Ora l’auspicio finale è che questo impegno e tale volontà trovino altrettanta concordanza e buona predisposizione  nell’atteggiamento della parte committente.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti