Commenta

Comitato Oglio Po, incontri
in Regione e soddisfazione:
"Buona la nostra spinta"

“Naturalmente deve essere la Giunta a dare l'avallo definitivo al modello organizzativo proposto dal comitato e dai trenta sindaci – spiegano Piccinelli e Barili - ma ci riteniamo soddisfatti nel constatare che i fatti sembrano aver preso una spinta nuova".
comitato-ospedale_ev
Nella foto Borghesi, Maldera e Piccinelli del Comitato

MILANO/CASALMAGGIORE – Continuano gli incontri del Comitato per la difesa ed il rilancio dell’ospedale Oglio Po con le forze politiche regionali. “Martedì abbiamo incontrato gli esponenti della Lega Nord, Fabio Rolfi, Silvana Saita e Federico Lena della commissione Sanità. Presenti anche i sindaci Filippo Bongiovanni di Casalmaggiore, Giovanni Cavatorta di Viadana e Alessandro Sarasini di Commessaggio”: fanno sapere le referenti del comitato, Annamaria Piccinelli e Gloria Barili.

“Dopo tutti gli incontri con le altre forze politiche e con i direttori sanitari in cui abbiamo ribadito l’importanza della istituzione dell’ambito distrettuale Oglio Po, proprio mentre eravamo a Milano ad esporre le stesse istanze alla Lega Nord, apprendevamo che i direttori sanitari in mattinata hanno portato le istanze del comitato e dei trenta sindaci al governatore Roberto Maroni ottenendo un approccio positivo”.

“Naturalmente deve essere la Giunta a dare l’avallo definitivo al modello organizzativo proposto dal comitato e dai trenta sindaci – aggiungono Piccinelli e Barili -, ma intanto ci riteniamo soddisfatti nel constatare che i fatti sembrano aver preso una spinta nuova proprio grazie ai 15.000 cittadini e alle istituzioni locali che si stanno presentando senza sosta di fronte ai vari decisori”. “Non ci fermiamo – concludono dal comitato -, abbiamo già in programma altre mosse, ma è evidente che è stata messa in moto una grande macchina”.

Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti