Commenta

"RicordiAmo", lunedì 21
la Shoah spiegata ai
ragazzi delle scuole viadanesi

La prima rappresentazione avrà luogo alle ore 9,30 e sarà destinata alle classi delle scuole secondarie di primo grado. La seconda rappresentazione inizierà invece alle ore 11 e sarà destinata alle classi degli istituti d'istruzione superiore.
birkenau_ev

VIADANA – L’Assessorato all’Istruzione invita la cittadinanza e gli studenti delle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo “A. Parazzi”, dell’Istituto Comprensivo Viadana, dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Sanfelice” e dell’Istituto d’Istruzione Superiore “S. Giovanni Bosco” a partecipare allo spettacolo “RicordiAmo”, dedicato alla memoria della Shoah, portato in scena dalla classe terza della Scuola Media “G. Govi” di San Matteo delle Chiaviche, che si terrà il giorno lunedì 21 marzo 2016 presso il Teatro Vittoria di Viadana.

La prima rappresentazione avrà luogo alle ore 9,30 e sarà destinata alle classi delle scuole secondarie di primo grado. La seconda rappresentazione inizierà invece alle ore 11 e sarà destinata alle classi degli istituti d’istruzione superiore. In scena verranno recitati e letti stralci dei libri dello scrittore Frediano Sessi, massimo esperto italiano dell’Olocausto, della scrittrice Elisa Springer e testi poetici di Joyce Lussu, con intermezzi musicali d’epoca interpretati alla chitarra da Domenico Gaeta e alla voce da Donata Luani. “RicordiAmo” nasce all’interno di un progetto scolastico che ripercorre il passato per comprendere il presente, dallo studio della storia, all’incontro con lo storico Sessi, per concludersi con la visita d’istruzione ad Auschwitz-Birkenau, perchè se capire è impossibile, conoscere è indispensabile.

Venerdì 15 gennaio, lo scrittore Sessi ha incontrato i ragazzi e ricordato loro che ciò che rende possibile l’orrore di oggi, come gli attentati di Parigi, ha la sua matrice nella Seconda Guerra Mondiale, combattuta soprattutto contro civili innocenti. Allora l’uomo comune si trasformò in un mostro, a causa della cultura dell’indifferenza: quel male radicale, assoluto, non fu solo il prodotto di coloro che lo attuarono, ma anche di tutti quelli che avrebbero potuto fermarlo e non lo fecero.

Dunque “RicordiAmo” le singole sofferenze dei deportati con l’aiuto della scuola, unico ambiente, secondo Sessi, che aiuta i giovani a capire per correggere gli errori del passato, perchè il male che l’uomo è stato capace di compiere, purtroppo, si può ripetere ancora. Certa della sensibilità di cittadini, Dirigenti Scolastici, docenti e studenti nei confronti della tematica dell’Olocausto, l’Amministrazione Comunale invita alla massima partecipazione.

La classe terza della Scuola Media “G. Govi” di San Matteo delle Chiaviche il giorno dello spettacolo allestirà all’entrata del teatro una cassetta per l’offerta libera da parte di studenti e docenti. Le offerte raccolte andranno a sostenere i costi di utilizzo del teatro e della visita ad Auschwitz-Birkenau.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti