Commenta

La magia di Mentone e
dei capolavori di agrumi
nella gita di alcuni casalaschi

Quest’anno, in particolare, Mentone ha dedicato le sfilate e i suoi giardini di luce a cielo aperto a Cinecittà, omaggiando così l’Italia e il suo cinema: sono stati riprodotti, in formato gigante, icone della settima arte e luoghi simbolo dei grandi film girati a Roma.
mentone-dolceacqua_ev
Nella foto una scultura di agrumi a Mentone e il ponte con castello di Dolceacqua

CASALMAGGIORE – Uno spettacolo per gli occhi: questa la sensazione di una quarantina di casalaschi che, nelle scorse settimane, hanno partecipato a una gita organizzata in giornata a Mentone, cittadina francese al confine con l’Italia dove ogni anno viene programmato un festival molto speciale, legato ai prodotti tipici di questa località, ossia arance e limoni.

Quest’anno, in particolare, Mentone ha dedicato le sfilate e i suoi giardini di luce a cielo aperto a Cinecittà, omaggiando così l’Italia e il suo cinema: sono stati riprodotti, in formato gigante, icone della settima arte e luoghi o totem simbolo dei più grandi film girati a Roma. Il tutto utilizzando migliaia di agrumi appositamente incastrati e affiancati l’uno all’altro per realizzare vere e proprie opere d’arte scultoree e architettoniche. La gita, organizzata dal Gruppo Storti, nel percorso d’andata prevedeva anche una puntatina a Dolceacqua, piccolo comune in provincia di Imperia che rappresenta un vero e proprio gioiello oltre che un simbolo dell’arte romanica e rinascimentale con il suo castello, il ponte e la chiesa parrocchiale di Sant’Antonio Abate a Terra.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti